Un ambulante abusivo sul Corso Umberto di Taormina
Un ambulante abusivo sul Corso Umberto di Taormina

Il rientro in città è iniziato di fatto lo scorso 28 maggio, nella mattinata che ha segnato la fine del G7 e della contestuale zona rossa che aveva vietato il centro storico di Taormina ai non residenti. Da quella domenica l’ambulantato selvaggio si è “ripreso” il suo spazio in Corso Umberto e in Via Teatro Greco con il ritorno in paese di diversi venditori che si posizionano a tutte le ore del giorno, sino anche a sera tarda, nel centro di Taormina con le ormai caratteristiche lenzuola bianche. Quando poi passano i vigili urbani il copione che si ripete puntualmente è quello del fuggi-fuggi generale che vede gli ambulanti extracomunitari dileguarsi tra i vicoli sottostanti e soprastanti il Corso Umberto. Dal 22 al 27 maggio, nei giorni del G7, Taormina aveva conosciuto una fase di assoluta assenza dei venditori ambulanti che si augurava potesse in qualche modo essere un incoraggiante viatico ad un miglioramento della situazione in vista di questa stagione turistica. A lamentare il ritorno dell’ambulantato selvaggio sono soprattutto, e per forza di cose, i commercianti, i negozianti che si vedono contrapporre la concorrenza sleale di chi vende borse, cinture, occhiali e diversi altri oggetti.

Contromisure necessarie. Siamo in presenza di un vero mercatino che è diventato un incubo per i commercianti taorminesi, che sollecitano si possa tornare ad arginare subito un fenomeno che pareva si fosse attenuato. Il rischio al quale si sta andando incontro, stando a quanto temono i commercianti, è quello dell’ennesima estate in cui nonostante i numerosi sequestri operati spesso dalle forze di polizia e dai vigili, poi i venditori riescono a riproporsi sul Corso poche ore dopo con della nuova merce che compensa e sostituisce quanto è stato in precedenza requisito dalle Forze dell’Ordine. Un vero e proprio sistema radicato ben oltre Taormina, e che vede arrivare di buon mattino i venditori da altre località ed in particolare dell’etneo per prendere servizio nelle strade, non soltanto sul Corso ma anche in Via Teatro Greco. Potrebbe a breve esserci una nuova azione coordinata delle Forze dell’Ordine, che già in passato anche attraverso delle conferenze dei servizi hanno provato a determinare l’attuazione di attività interforze per contrastare in modo efficace questo fenomeno.

© Riproduzione Riservata

Commenti