Taormina 22-05-17 - Conferenza Stampa per il G7 - Foto Fulvio Lo Giudice TaorminaToday ©2017
Taormina 22-05-17 - Conferenza Stampa per il G7 - Foto Fulvio Lo Giudice TaorminaToday ©2017

Dopo il successo del G7 a Taormina è tempo di ringraziamenti ai protagonisti silenziosi e fattivi del vertice dei sette grandi, che ha reso per 48 ore la Perla dello Ionio capitale del mondo. Si sta, in tal senso, ipotizzando a Palazzo dei Giurati un’apposita cerimonia per il conferimento di riconoscimenti, e nello specifico la cittadinanza onoraria, agli uomini che hanno portato avanti in modo sapiente la complessa macchina organizzativa del vertice del 26 e 27 maggio. Il sindaco Eligio Giardina è intenzionato a celebrare, in tal senso, i vertici delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate che hanno garantito la sicurezza in città, con i rispettivi Corpi che hanno presidiato il territorio dando vita a quello che ormai è diventato agli occhi dell’Italia e del Mondo il cosiddetto “Modello Taormina”. La sfida della sicurezza ha visto in campo Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza, Aeronautica, Esercito e Marina Militare, ed anche la Capitaneria di Porto. Andrà, in tal senso, certamente evidenziato l’operato del Questore Giuseppe Cucchiara e del Prefetto Francesca Ferrandino ma si avviano verso la cittadinanza onoraria anche i due massimi esponenti incaricati dal Governo per la parte organizzativa ed infrastrutturale del G7.

I protagonisti. Il Prefetto Riccardo Carpino, Commissario straordinario per le Opere del G7, si è rivelato “l’uomo dei miracoli”, capace di portare a compimento i cantieri e ribaltare il clima in città attorno al vertice. Carpino ha così spento attraverso gli obiettivi centrati (Villa comunale, Palacongressi, Teatro Antico, strade, elipiste e viadotto Via Garipoli) gli scetticismi e le polemiche che ne avevano accompagnato l’insediamento avvenuto in città il 4 gennaio. Altrettanto difficile era il compito di Alessandro Modiano, il plenipotenziario Capo Delegazione che ha curato in modo impeccabile ogni dettaglio dell’organizzazione del G7 senza lasciare nulla al caso e anche lui non si è mai scomposto di fronte alle preoccupazioni dei mesi e delle settimane che hanno preceduto il G7.

© Riproduzione Riservata

Commenti