Ufficio postale di Taormina
L'ufficio postale di Taormina

«Nella frazione di Trappitello la distribuzione della Posta, da tempo, non avviene più con cadenza quotidiana. Cartoline di ritorno relative a raccomandate vengono restituite al mittente anche a distanza di mesi dalla consegna al destinatario». A lamentare i disagi e il disservizio è un residente, l’avvocato Antonio Barbiero. «Tutto ciò – spiega l’avv. Barbiero – si verifica inopinatamente da quando la distribuzione della posta è passata al portalettere dell’Ufficio di Taormina Centro».

Ritardo ingiustificato. «Anche se Poste Italiane è stata privatizzata – continua l’avv. Barbiero – il servizio rimane sempre di natura pubblicistica, recapitare la corrispondenza è un dovere in quanto implica degli effetti sul servizio svolto per conto dei cittadini che pagano le relative tasse. Una frazione con oltre 5 mila abitanti non può accettare simile trattamento. La riduzione, ossia l’ingiustificato ritardo nell’ambito di un servizio, per il cittadino di grande importanza, quale è quello di ricevere la corrispondenza in tempi normali, non può certamente essere accettato e né pertanto è pensabile che si formi il silenzio e che nessuna voce si alzi per richiamare l’attenzione degli organi competenti».

Rimediare al problema. «La gente di Trappitello – conclude Barbiero – si augura che il Direttore Provinciale di Poste Italiane di Messina voglia prendere nota di questa lamentela e di conseguenza disporre i dovuti accertamenti onde evitare che la situazioni approdi a chi deve accertare la legittimità della condotta».

© Riproduzione Riservata

Commenti