Eurofighter Typhoon
Eurofighter Typhoon

Per la sicurezza del G7 di Taormina, lo Stato italiano impiegherà anche gli aerei Eurofighter Typhoon. Si tratta di un moderno velivolo multiruolo (Swing Role) di quarta generazione, bimotore, con ruolo primario di caccia intercettore, dedito alla difesa dello spazio aereo e progettato per fronteggiare con precisione ed abilità eventuali minacce aria-aria nei confronti di altri aeromobili.

Prove tecniche in Calabria. Due caccia militari di questo modello si sono alzati in volo per apposite prove nelle scorse ore nei cieli di Cosenza, effettuando quattro giri sull’area urbana per poi riprendere quota e dirigersi verso il golfo di Taranto. La ricognizione militare ha testato la perfetta funzionalità dei jet in vista del G7 di Taormina del 26 e 27 maggio. Per l’occasione, con decreto del ministro dell’Interno Marco Minniti, il trattato di Schengen è stato sospeso per 20 giorni; dal 10 maggio sino a fine mese lo spazio aereo è infatti interdetto, così come il traffico marittimo.

Il debutto risale al 2011. Questa tipologia di aereo, ad ogni modo, ha visto il suo debutto in combattimento durante l’intervento militare in Libia del 2011 con la Royal Air Force e l’Aeronautica Militare, eseguendo missioni di ricognizione e bombardamento a terra. Il Typhoon ha anche assunto la responsabilità primaria per le funzioni di difesa aerea per le nazioni che dispongono di questi velivoli.

© Riproduzione Riservata

Commenti