Carretto siciliano
Carretto siciliano

Un carretto siciliano in ogni albergo del G7, per accogliere all’insegna del made in Sicily i Capi di Stato e di Governo e le 20 delegazioni che prenderanno parte al vertice del 26 e 27 maggio a Taormina. L’iniziativa promossa dall’Assessorato regionale al Turismo, avrà luogo in questi giorni in tutti gli hotel di Taormina, Giardini Naxos e Letojanni che accoglieranno i partecipanti al grande evento. All’interno dei circa 40 alberghi impegnati nel G7, quindi, in ciascuno di essi, si troverà un carretto come simbolo della Sicilia e delle tradizioni di questo territorio ma anche per dare una simbolica accoglienza a tutti gli illustri ospiti del meeting politico internazionale.

L’orgoglio siciliano. «Il Carretto siciliano che abbiamo candidato a patrimonio culturale immateriale dell’Unesco – ha spiegato l’assessore regionale Anthony Barbagallo – sarà un modo simbolico per dare il benvenuto all’insegna della sicilianità e delle nostre migliori tradizioni a tutti i partecipanti al G7 nella nostra meravigliosa terra di Sicilia. Ormai è tutto pronto, e Taormina e la Sicilia saranno impeccabili padroni di casa ed autentici protagonisti agli occhi del mondo intero».

© Riproduzione Riservata

Commenti