La frana che ancora occupa la carreggiata dell'A18 Messina Catania all'altezza di Letojanni
La frana che ancora occupa la carreggiata dell'A18 Messina Catania all'altezza di Letojanni

Il Dipartimento regionale della Protezione Civile ha attivato le procedure per la rimozione della frana in atto sulla A18 Messina-Catania all’altezza di Letojanni e relativa messa in sicurezza della tratta autostradale. A seguito di un esposto presentato dall’attivista del M5S Guglielmo Trusso il Servizio Interventi Difesa del Territorio ha reso noto che è stata espletata la procedura negoziata per l’affidamento dell’appalto relativo all’esecuzione delle indagini geognostiche, geotecniche e geostrutturali, propedeutiche alla progettazione dei lavori. Ad ogni modo i tempi per arrivare all’effettivo avvio delle opere sembrano destinati ad essere ancora piuttosto lunghi.

Le fasi tecniche da espletare. «Per accelerare i tempi – spiega il dirigente regionale del servizio di Protezione Civile, arch. Salvatore Lizzio – i lavori delle suddette indagini saranno consegnate alla ditta affidataria prima ancora della stipula del contratto». Protezione Civile e Consorzio Autostrade Siciliane stimano in 30 giorni la durata dei lavori di indagini e delle prove di laboratorio. Nei successivi 90 giorni avverrà la definizione del progetto dei lavori di messa in sicurezza del nastro autostradale a seguito dai fenomeni di dissesto che hanno interessato il versante in corrispondenza della tratta al km 32+700 della A18 Messina-Catania. Definito il progetto, si dovrà procedere alla verifica e successivamente l’elaborato sarà sottoposto all’esame degli Uffici competenti per i pareri visti, nulla osta ed autorizzazioni di legge, all’approvazione in linea tecnica ed alla sua validazione, ai sensi del decreto legge n. 50 del 2016. «Dopo tali incombenze di legge – conclude Lizzio – verranno avviate le procedure di gara per l’affidamento dei lavori».

L’intervento dei Cinque Stelle. «Dal primo momento in cui si verificò la frana, avvenuta nell’ottobre del 2015 – si legge in una nota del portavoce del Meetup a Cinque Stelle di Taormina, Rosario Puglia -, il M5S tramite il Portavoce Regionale Valentina Zafarana ed i componenti sul territorio, ha seguito questa vicenda. Nei mesi scorsi l’attivista Guglielmo Trusso, ha presentato un esposto in merito ai mancati interventi da parte degli Enti competenti, sottoscritto da numerosi cittadini. Il documento è stato inviato in copia alle più alte cariche dello Stato ed ai sindaci dei Comuni limitrofi alla città di Letojanni. Adesso la Protezione Civile della Regione Sicilia, con un documento ufficiale, ha risposto a Trusso in maniera positiva, attivando tutte le necessarie procedure per la rimozione della frana e messa in sicurezza dell’autostrada. Continueremo a seguire questa vicenda che riteniamo debba essere risolta al più presso possibile».

© Riproduzione Riservata

Commenti