Il capo delegazione del G7 Alessandro Modiano, il Questore Giuseppe Cucchiara, il Prefetto Francesca Ferrandino e il sindaco Eligio Giardina
Il capo delegazione del G7 Alessandro Modiano, il Questore Giuseppe Cucchiara, il Prefetto Francesca Ferrandino e il sindaco Eligio Giardina

Si avvicina il momento del G7 e, nell’imminenza del summit, c’è gran fermento a Taormina per l’entrata in vigore della Zona rossa prevista nel centro storico di Taormina dalla mezzanotte e un minuto del 22 maggio. Nella giornata di ieri si è svolto un incontro presso l’archivio storico di a Taormina tra il Prefetto Francesca Ferrandino, il Questore Giuseppe Cucchiara, il capo delegazione italiana per il G7 ministro plenipotenziario Alessandro Modiano e il sindaco Eligio Giardina e gli operatori economici della città, con le presenze in particolare di Italo Mennella (presidente associazione Albergatori), Franco Parisi (associazione Imprenditori per Taormina), Giovanni Ficarra (associazione B&B e Case d’Epoca Città di Taormina) e Salvo Fiumara (Consorzio Centro Commerciale naturale di Taormina). La Prefettura di Messina, in sinergia con la Questura, ha messo a punto ulteriori disposizioni ad integrazione dell’ordinanza del marzo scorso.

La distribuzione dei badge. Nel corso dell’incontro si è discussa la situazione della distribuzione in corso dei badge per la circolazione nei giorni del G7, con la conferma che l’accesso nel centro storico verrà consentito soltanto ai residenti che abitano nel perimetro della zona rossa e agli addetti ai lavori. Al momento si sta ultimando la consegna dei pass in centro presso la palestra comunale di Via Cappuccini, mentre procedono con qualche difficoltà presso la delegazione di Trappitello (badge viene rilasciato qui a coloro che devono accedere alla zona rossa solo per motivi di lavoro). Era presente alla riunione anche l’assessore del Comune di Castelmola, Stefania D’Agostino, poiché i badge verranno rilasciati da oggi anche per i residenti del borgo che dovranno recarsi a Taormina per lavoro.

Il problema dei parcheggi. Si è discusso poi il problema spinoso dei parcheggi. Il Porta Catania è stato requisito interamente dalle Forze dell’Ordine mentre al Lumbi rimangono circa 380 posti disponibili per i residenti. «Per tutti gli altri – ha spiegato il sindaco Giardina – verrà data possibilità di parcheggiare nelle apposite aree periferiche e verrà data disposizione di non fare multe, vista l’eccezionalità dell’evento. E comunque verrà predisposto un servizio straordinario di collegamento tramite navette con le frazioni, potendo lasciare le auto anche li». Il servizio navette a cura di Asm sarà operativo delle 5 del mattino sino alle 01.30 dal 22 al 28 maggio e collegherà Taormina, Trappitello, Mazzeo, Stazione, e Ospedale. Un punto di controllo dei flussi in entrata e uscita sarà attivato nella zona di CapoTaormina.

Carico e scarico. Resta ancora da definire la situazione del carico e scarico per il cui espletamento si è ipotizzato lo svolgimento in orario notturno tra le 01.00 e le 06.00, e per il quale i commercianti e ristoratori hanno chiesto una eventuale disponibilità a far effettuare le operazioni di rifornimento merci tra le 6 e le 9 del mattino dal 22 maggio al 24 maggio. Rimane invece da risolvere la questione dei clienti dei B&B, per i quali viene richiesto di poter far arrivare in città i clienti che avevano prenotato già nei mesi scorsi. Il Prefetto e il Questore hanno espresso massima disponibilità ad ascoltare le problematiche degli operatori economici e a valutare ulteriori integrazioni alle disposizioni previste, ma al contempo hanno ribadito la necessità di ottemperare alle misure di massima sicurezza da porre obbligatoriamente in atto nei giorni del G7.

© Riproduzione Riservata

Commenti