Leonardo Bombini mostra la vetrina con il dipinto dei Capi di Stato del G7
Leonardo Bombini mostra la vetrina con il dipinto dei Capi di Stato del G7

A pochi giorni dal G7, i commercianti di Taormina iniziano ad addobbare a tema le vetrine della città e tra le varie iniziative c’è anche chi ha lanciato l’idea di un momento simbolico di beneficenza a sostegno dei terremotati di Amatrice, da condividere con i Capi di Stato e di Governo. L’imprenditore taorminese Leonardo Bombini ha posizionato, infatti, nella vetrina della propria boutique in Corso Umberto un dipinto raffigurante i volti dei sette grandi, appositamente realizzato dall’artista Danilo Adamovic. «L’idea di esporre queste caricature dei Capi di Stato – spiega Bombini – nasce dalla volontà di chiedere ai sette grandi la disponibilità a firmare quest’opera per poi metterla all’asta e devolvere il ricavato in favore delle persone colpite dal sisma di Amatrice». L’asta pubblica potrebbe essere predisposta poi in collaborazione con il Comune e quindi in sinergia operativa con le Istituzioni della Perla dello Ionio.

Ora la risposta. L’idea delle firme per solidarietà verrà adesso vagliata dalla delegazione italiana che organizza il vertice dei 26 e 27 maggio, per capire se l’opera potrà essere autografata dai sette grandi la sera del 26 maggio nel corso della cena esclusiva dopo il concerto al Teatro Antico o, altrimenti, nel corso di una delle riunioni politiche. «Anche un piccolo gesto, nobilitato dalla prestigiosa firma dei leader politici internazionali, potrebbe servire ad aiutare chi soffre e in questo momento ha bisogno del nostro aiuto», aggiunge Bombini. Taormina si prepara, dunque, al G7 e scende in campo non soltanto per accogliere al meglio i potenti del pianeta ma anche per cercare di coinvolgerli in un’iniziativa di solidarietà.

© Riproduzione Riservata

Commenti