Da sinistra: Vermiglio, Barbagallo, Giardina, Cracolici e Mennella
Da sinistra: Vermiglio, Barbagallo, Giardina, Cracolici e Mennella

Gli Assessori Regionali del Turismo Sport e Spettacolo, Anthony Emanuele Barbagallo, dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, Antonello Cracolici, e dei Beni Culturali e Identità siciliana, Carlo Vermiglio, hanno sottoscritto a Palazzo Corvaja insieme al sindaco di Taormina, Eligio Giardina, un protocollo d’intesa con vari enti, finalizzato alla realizzazione congiunta di iniziative di promozione turistico-culturale e delle eccellenze enogastronomiche in occasione del G7 che avrà luogo a Taormina il 26 e 27 Maggio. Il documento mette insieme vari soggetti pubblici e privati, a vario titolo coinvolti, tra cui il Parco Archeologico Naxos/Taormina, e i Comuni di Taormina e Giardini Naxos, Federalberghi e i Gal competenti per territorio che collaboreranno in sinergia per la realizzazione di una serie di iniziative rivolte ai delegati e ai giornalisti accreditati al Vertice mondiale per dar loro l’opportunità di conoscere il territorio che li ospita al fine di poterne conseguire un utile ritorno di immagine ed una efficace azione promozionale.

Le iniziative in agenda. Molti i progetti messi in campo nel corso dell’appuntamento organizzato dal Servizio Turistico Regionale di Taormina, diretto da Daniela Lo Cascio, tra cui spiccano la realizzazione di una mostra dal titolo “Capolavori siciliani di Antonello da Messina. Un carattere, una storia, una visione della vita” e il Premio internazionale di giornalismo “Images and words about Sicily” rivolto ai giornalisti accreditati. Inoltre un programma di degustazioni, di visite guidate nell’Hinterland di Taormina, Etna e Valle d’Agrò e l’allestimento di Hospitality desk presso le strutture ricettive sedi dei media center per dare agli ospiti la possibilità di conoscere la variegata offerta turistica, culturale ed enogastronomica che la Sicilia è in grado di offrire.

La mission. «La collaborazione tra tutti i soggetti in campo è l’elemento essenziale per la crescita del turismo e lo sviluppo del territorio», ha dichiarato Italo Mennella, presidente dell’Associazione Albergatori di Taormina. Insieme a lui, tra i promotori dell’iniziativa anche il presidente del Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, Cettino Bellia, che ha sottolineato «l’importanza di fare sistema» tra politica, amministratori e imprenditori, elaborando attraverso tale sinergia «delle attività di promozione in grado di dirottare i flussi turistici verso l’interno dell’isola, nelle zone di grande fascino come Taormina, l’Alcantara e l’Etna».

I firmatari dell’intesa. Questi i soggetti firmatari: l’Assessorato Regionale Turismo, l’Assessorato Regionale dell’Agricoltura, l’Assessorato Regionale Beni Culturali, il Parco Archeologico Naxos/Taormina, i Comuni di Taormina e Giardini, il Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara, il Gal Taormina-Peloritani, Federalberghi Taormina, Federalberghi Giardini Naxos, Federalberghi della Riviera Jonica Messina, Uftaa, Consorzio di tutela Vini Etna doc, Maas, Fondazione Taormina Arte, l’Associazione Unpli Sicilia, l’Associazione Guide Turistiche di Catania, l’Associazione Guide Turistiche di Messina e l’Associazione Imprenditori per Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti