Sede Protezione Civile che per il G7 sarà centrale operativa di Via Pirandello per emergenze residenti

Una sede straordinaria per organizzare le modalità di risposta alle necessità primarie dei cittadini taorminesi nei giorni del G7. Il punto operativo verrà istituito presso il Terminal Bus nella sede della Protezione Civile di Taormina. Saranno impegnati tra gli altri proprio la Protezione Civile (Radio Valle Alcantara), l’Avulss e la Misericordia di Letojanni. La proposta di istituzione di un tavolo operativo in favore di tutti coloro che si trovano fuori della zona di massima sicurezza è stata avanzata in Consiglio comunale dalla consigliera Alessandra Caltabiano.

Scarsa consapevolezza dei disagi. «Da molti è stato sollevato – si legge nel documento presentato in aula – il problema della scarsa informazione e della conseguente mancanza totale di coinvolgimento della cittadinanza e delle associazioni taorminesi nell’affrontare le problematiche dell’ormai imminente G7 a Taormina. E questo nonostante la lettera del Prefetto di Messina indirizzata al sindaco che rendeva nota l’ordinanza con cui si istituivano i limiti di accesso alla zona rossa sia datata 20 marzo 2017. Così a ormai pochi giorni dalla fatidica data del 22 maggio arriviamo con scarsissima consapevolezza dei disagi e dei seri problemi che comporterà per l’intera collettività l’interdizione della cosiddetta zona rossa alla maggior parte dei cittadini residenti nel Comune di Taormina. In essa si trovano le due farmacie di Taormina, supermercati, studi di dottori di famiglia, banche, uffici pubblici, chiese e così via».

Le difficoltà da affrontare. «Per ben 6 giorni ad anziani, famiglie, portatori di handicap che abitano fuori dall’area di massima sicurezza sarà negato l’accesso alla zona dove risiedono la maggior parte dei servizi e delle attività di Taormina. Ritengo allora che sia assoluto dovere di questa Amministrazione attivare ogni tipo di iniziativa e di collaborazione per trovare il modo di venire incontro al disagio e alle problematiche dei cittadini. Ho pertanto proposto al vicesindaco di attivare la struttura della Protezione Civile affinché si crei un tavolo operativo che coordinando sia le associazioni che singoli volontari dia una risposta a chi deve reperire medicinali, fare documenti, trovare assistenza, insomma alle piccole e grandi necessità specie per le persone anziane, creando un numero verde a cui rivolgersi in caso di concreta necessità. Già giovedì mattina è stata convocata la prima riunione operativa alla presenza del vicesindaco». «Non stiamo parlando – ha concluso la consigliera – di uno o due giorni, ma di ben sei giorni perché il periodo di attivazione della zona rossa scatta dalle ore 00.01 di lunedì 22 e terminerà alle ore 24.00 di sabato 27 maggio».

© Riproduzione Riservata

Commenti