Italo Mennella, presidente dell'Associazione Albergatori di Taormina
Italo Mennella, presidente dell'Associazione Albergatori di Taormina

A poco meno di due settimane dal G7, il presidente dell’Associazione albergatori di Taormina, Italo Mennella, ha inviato nelle scorse ore una nota alle autorità preposte, a firma propria e dei vari altri associati al sodalizio dell’industria dell’ospitalità locale, per richiedere alcuni chiarimenti su questioni di carattere organizzativo. Si sta ormai per entrare nella fase “calda”, quella cioè che porterà ai divieti e alle restrizioni con l’entrata in vigore della zona rossa dove soggiorneranno a fine mese i sette grandi e le delegazioni provenienti da tutto il mondo.

Le richieste di chiarezza. «Facendo seguito alla riunione dell’Associazione Albergatori Taormina, svoltasi presso un noto hotel della città il 5 maggio scorso, sull’Organizzazione del G7 – scrive Mennella -, intendiamo richiedere delucidazioni per necessarie finalità organizzative e operative, in riferimento ad alcune richieste/proposte. Le questioni che poniamo alla vostra attenzione si riferiscono: Riattivazione immediata servizio Funivia, anche per la gestione di accesso ai crocieristi; informazioni circa gestione e accessi per fornitori/forniture beni e servizi (tecnici, manutentori etc), da oggi fino al 28 maggio; modalità specifiche di rilascio badge di accesso alla Zona Rossa per il personale lavoratore non residente a Taormina; aree di parcheggio e navette h24 previste per il personale pendolare; possibile registrazione per libera circolazione dei mezzi per finalità operative; informazioni per accreditare personale medico a disposizione degli ospiti; regolamentazione assunzioni personale extra già pianificato e delle eventuali esigenze occupazionali, non prevedibili al momento». «Ed inoltre – conclude Mennella – chiediamo delucidazioni sugli aspetti inerenti Informazioni ed aggiornamenti costanti sulle modifiche di viabilità da oggi al 28 maggio e sulla mobilità di personale all’interno di società aventi più strutture dislocate in tutte le zone interessate dal G7».

Nessun intento polemico. «Ovviamente – ha spiegato Mennella a margine della nota – non c’è alcun tipo di intento polemico in questa iniziativa che fa seguito ad una riunione che abbiamo fatto alla presenza di numerosi albergatori associati, ed il cui fine è quello di avere una perfetta cognizione di come si svolgeranno le cose, cercando di evitare problematiche di ulteriori caoticità sul territorio, disagi o disservizi».

I destinatari della nota. La lettera degli albergatori è stata inviata al Sindaco di Taormina, Eligio Giardina, al Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, al Questore di Messina, Giuseppe Cucchiara, al Vice Questore, Commissario Enzo Coccoli, al Comandante dei Carabinieri di Taormina, Capitano Arcangelo Maiello, al Comandante della Guarda di Finanza Capitano Alberto Bazzoffi, al Comandante dei Vigili Urbani, Agostino Pappalardo e all’Assessore al Turismo e Viabilità, Salvo Cilona.

© Riproduzione Riservata

Commenti