Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri-Generale di Corpo D’Armata Tullio del Sette con il sindaco Eligio Giardina
Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri-Generale di Corpo D’Armata Tullio del Sette con il sindaco Eligio Giardina

Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri-Generale di Corpo D’Armata Tullio del Sette, unitamente al Comandante della Legione Carabinieri Sicilia – Generale di Brigata Riccardo Galletta – ed alla presenza del Comandante Provinciale dei Carabinieri- Colonnello Jacopo Mannucci Benincasa- ha visitato la Compagnia Carabinieri di Taormina. Nella circostanza ad accogliere i vertici dell’Arma, c’erano il sindaco Eligio Giardina e l’assessore Salvo Cilona. Il Comandante Generale ha incontrato nella circostanza il Comandante dei Cc di Taormina, il Capitano Arcangelo Maiello, i carabinieri delle Stazioni e i militari di rinforzo provenienti dalle diverse Regioni Italiane. Tra questi, dopo aver salutato il personale presente ed effettivo al comando Compagnia di Taormina il Generale Del Sette ha avuto modo di salutare e parlare con i militari delle Compagnie di Intervento Operativo di Bari e Palermo.

Controllo capillare del territorio. Le unità operative dell’Arma intervenute per la specifica esigenza di rafforzare la sicurezza in occasione del G7 e per lo svolgimento quindi delle attività di controllo straordinario del territorio, a supporto dei reparti della zona, hanno il compito di prevenire la recrudescenza di specifici fenomeni criminosi quali rapine gravi, estorsioni, attentati dinamitardi ed incendiari, contrabbando, sfruttamento della prostituzione, immigrazione clandestina ovvero il verificarsi di episodi delittuosi di particolare gravità quali omicidi, sequestri di persona, atti di eversione o terrorismo. L’impiego delle forze è stato disposto dal Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, d’iniziativa e su richiesta del Ministero dell’Interno.

© Riproduzione Riservata

Commenti