Francesco, il piccolo tifoso di Vincenzo Nibali
Francesco, il piccolo tifoso di Vincenzo Nibali

Un vero campione vive le sue imprese fianco a fianco con i suoi tifosi. Lo sa bene e ne ha dato ancora una volta una splendida riprova Vincenzo Nibali, grande protagonista della tappa Pedara-Messina transitata mercoledì pomeriggio nella sua terra proprio in omaggio a lui. E sulle strade vestite a festa per il Giro, “lo squalo” ha trovato tanti fans ad applaudirlo e ad esaltarsi al passaggio del gruppo. Un tifoso in particolare ha incitato Nibali a squarciagola, a tal punto da meritarsi l’omaggio personale del campione. All’altezza della cittadina di Gaggi, mentre il Giro stava per entrare nel territorio di Taormina (verso la popolosa frazione di Trappitello), Nibali è stato incitato da Francesco Russo, 9 anni, un bambino di Giardini Naxos da sempre appassionato di ciclismo.

Il “trofeo” per Francesco. Ed è così che transitando sulla statale di Gaggi, Nibali ha visto e sentito forte, sul lato della strada, Francesco che lo chiamava a gran voce. Da qui il gesto di togliersi la borsa della Bahrain-Merida contenente la borraccia ed il kit completo per rifocillarsi e gli integratori quando ancora mancavano 100 km al traguardo: quella borsa è stata appositamente lanciata ai piedi del piccolo Francesco, come un dono, per premiare la sua passione sportiva e il suo tifo caloroso. Francesco, con gioia, non ha esitato a raccogliere quel regalo simbolico e quanto mai gradito, ne ha fatto un “trofeo” che vale molto più di una semplice borsa. È il regalo del campione, più di un semplice gadget ricordo. È il gesto da fuoriclasse che vale a suo modo come un acuto in gara, come uno dei tanti successi del ciclista messinese, che non finisce mai di allargare il raggio delle sue prodezze e pianta nuove bandierine nel cuore del pubblico.

© Riproduzione Riservata

Commenti