Inaugurata nelle scorse ore l’elipista di contrada Bongiovanni a Taormina, dove in occasione dell’imminente G7 atterreranno gli elicotteri delle delegazioni del vertice internazionale. L’opera realizzata dall’Aeronautica militare è il primo cantiere che, di fatto, è già arrivato al traguardo. L’altra elipista, quella di contrada Piano Porto, sarà completata, invece, la prossima settimana. Il primo a sorvolare, intanto, la struttura di contrada Bongiovanni e che ha poi effettuato un perfetto atterraggio in zona è stato alle 11.03 di lunedì il Generale Enzo Vecciarelli, Capo di Stato maggiore dell’Aeronautica. Ad attenderlo a terra oltre al commissario per il G7, Riccardo Carpino e con il sindaco Eligio Giardina c’era anche il comandante logistico, Gabriele Salvestroni. Dopo l’elipista è stato effettuato dal massimo esponente dell’Aeronautica un sopralluogo anche al Palacongressi ed al Teatro Antico

L’orgoglio del Generale. «Sono molto lieto di essere qui – ha detto Vecciarelli – per porgere i miei complimenti che hanno il via dalla mia catena di comando a partire dal mio ministro, Roberta Pinotti. Chiaramente ci metto anche il mio orgoglio per i miei uomini, per il loro impegno e sudore. Ho visto un’opera consistente, spettacolare, che supera anche le più rosee prospettive. Sono orgoglioso di questa Italia che quando c’è bisogno sa mettere tutto il proprio cuore e le proprie forze». «Spero, anzi, che il G7 – ha concluso Vecciarelli – sia un punto di partenza e che in futuro, tutto quanto è stato fatto in queste settimane possa risultare utile a far conoscere ancor meglio le bellezze di questa città, anche per i turisti. Le elipiste e gli interventi effettuati al Palazzo dei Congressi, ed alla villa comunale sono un ulteriore fiore all’occhiello di questi ragazzi, che hanno lavorato senza pause e con un forte impegno per centrare gli obiettivi».

© Riproduzione Riservata

Commenti