Taormina, la baracca abusiva in via Bongiovanni Pescatore
Taormina, la baracca abusiva in via Bongiovanni Pescatore

La Polizia di Stato ha rimosso un insediamento abusivo sito all’altezza del sentiero di Via Bongiovanni Pescatore. Al termine di un’attività di osservazione ed appostamento, protrattasi per circa 10 giorni, la Polizia di Stato del locale Commissariato, sotto la direzione del vicequestore aggiunto Vincenzo Coccoli è entrata in azione e ha sorpreso alcuni extracomunitari presenti nella struttura non autorizzata, sita in Via Bongiovanni, all’altezza del sentiero che collega Taormina centro con Isola Bella. All’interno della costruzione abusiva c’erano indumenti, zaini, cappelli, utensili da cucina, una bombola e quanto occorreva insomma per un accampamento e quindi anche per dormire lì.

Il blitz della Polizia. L’operazione è stata effettuata nell’ambito delle operazioni di prevenzione sul territorio in ordine alla sicurezza per il vertice dei sette grandi del 26 e 27 maggio. La Polizia si è soffermata, in tal senso, sulle zone periferiche e su quelle centrali del paese ed è in questo contesto che si è arrivati a scoprire la struttura abusiva. I cittadini stranieri individuati nella costruzione sono stati allontanati dal territorio di Taormina.Il terreno in oggetto appartiene ad una società di Palermo ed il proprietario dell’area ha fatto demolire il fabbricato precario e si è attivato per un pronto ripristino dello stato dei luoghi.

© Riproduzione Riservata

Commenti