"La Giara" di Taormina

Il Comune di Taormina mette a bando di gara l’immobile de “La Giara” e per tutta risposta la Night Society S.r.l., società che gestisce il complesso di Vico La Floresta passa al contrattacco e mette in mora il Comune. A rendere noti gli sviluppi della vicenda e a spiegare i vari passaggi procedurali e giudiziari di quanto sta avvenendo (e potrà ancora accadere in una fase successiva) è l’avvocato Mario Galluppi di Cirella, legale della Night Society S.r.l., sodalizio che gestisce il noto locale dal 1999.

Indennità di avviamento. «Abbiamo notificato un atto stragiudiziale al Comune di Taormina – spiega l’avv. Galluppi -, al quale abbiamo richiesto l’indennità di avviamento commerciale che è condizione per il rilascio dell’immobile. A questo punto noi mettiamo in mora il Comune per circa 90 mila euro (somma inerente le 18 mensilità dell’ultimo canone) che potrebbero diventare 180 mila nel caso in cui si esercitasse in quell’immobile la medesima attività commerciale entro un anno. Come tutti sappiamo, stiamo parlando di un immobile che è stato messo a bando di gara e quindi è in atto una gara le cui buste verranno consegnate entro il 15 maggio».

Domanda riconvenzionale. «Ad oggi – continua l’avv. Galluppi – abbiamo un giudizio pendente per sfratto per morosità – e per altro si tratta di una morosità interamente sanata -, con una contestuale domanda di risoluzione per scadenza naturale del contratto sulla quale domanda il giudice ancora si deve pronunciare. All’interno di questo giudizio, inoltre, abbiamo proposto una domanda riconvenzionale per ben 630 mila euro, sulla quale il giudice si dovrà pronunciare. E questo è un giudizio che è al momento in piedi e, quindi, in attesa di arrivare poi ad un giudizio».

Segnalazione all’Anac. «La preliminare domanda di risoluzione per scadenza naturale del contratto consente alla Night Society di offrire l’immobile al Comune di Taormina a condizione del pagamento dell’indennità dovuta. Ad oggi tale somma è stata quantificata in circa 90 mila euro ed è una somma che potrebbe raddoppiare in quanto il bando in oggetto prevede l’esercizio della stessa attività. Questa richiesta è stata già notificata per il tramite degli ufficiali giudiziari. Contestualmente ho predisposto, altresì, un atto stragiudiziale di significazione e diffida con contestuale richiesta di annullamento in autotutela del bando di gara e abbiamo notificato l’atto al Comune, al segretario generale dell’ente locale e all’Anac. Attraverso la notifica di tale istanza richiediamo all’Anac di verificare la sussistenza di irregolarità nella procedura di bando ed eventualmente intervenire d’ufficio».

Altre azioni legali. L’avvocato Galluppi, in sostanza, nelle sue azioni legali ravvisa «una serie di irregolarità» e si riserva di «intraprendere ulteriori azioni di natura amministrativa a tutela della Night Society S.r.l. Ci stiamo riservando di intraprendere in ulteriori sedi di chiedere risarcimento danni di ulteriori natura ed oggetto. Per il momento preferisco non aggiungere altro, se non rimarcare che questo immobile è particolare e ha una sua storia che va oltre i bandi».

Il bando indetto dall’ente locale. Il Comune di Taormina, ricordiamo, nelle scorse settimane ha indetto il bando di gara per l’assegnazione in locazione de “La Giara”, lo storico locale di proprietà dell’ente locale, sul quale si sta procedendo in esecuzione a quanto deliberato dalla Giunta lo scorso 10 marzo e come da determina dirigenziale poi formalizzata il 23 marzo. Il canone annuo posto a base di gara è di 177 mila euro «con ammissione di sole offerte in aumento». In gioco c’è il futuro dello storico night in attività da lontano 1953 e simbolo degli anni della dolce vita a Taormina. L’immobile di proprietà comunale è stato adesso posto in gara da Palazzo dei Giurati sempre per attività commerciale (Discoteca/Night – Ristorante – Bar). Stando a quanto previsto dai preposti uffici del Comune, tramite apposito atto dirigenziale, le offerte dovranno pervenire al Comune «entro le ore 12 del 15 maggio 2017».

© Riproduzione Riservata

Commenti