Cateno De Luca durante il comizio a Castelmola insieme al sindaco Orlando Russo
Cateno De Luca durante il comizio a Castelmola insieme al sindaco Orlando Russo

«Castelmola e Letojanni per conquistare Taormina?». A lanciare l’interrogativo, con tono sibillino, è Cateno De Luca, che nelle scorse ore ha tenuto due comizi proprio a Castelmola e Letojanni insieme ai sindaci Orlando Russo e Alessandro Costa, sostenuti dal leader di Sicilia Vera nella loro ricandidatura alle Amministrative dell’11 giugno. E proprio il patto politico con Russo e Costa, entrambi vicini a “Sicilia Vera”, spinge De Luca – probabile candidato a sindaco nel 2018 a Taormina – ad immaginare un’ulteriore stagione di sinergia politica comprensoriale e a lanciare nuovi segnali sulle prospettive politiche ed amministrative della Perla dello Ionio.

Il modello comprensoriale. «Io sono già nel cuore dei taorminesi e nelle imprecazioni della classe politica sempre imperante da 20 anni a Taormina. Il modello amministrativo che ho portato avanti con successo a Santa Teresa di Riva lo ritrovo nell’operato a Letojanni del sindaco Alessandro Costa, amico e politico lungimirante e fattivo, e lo stesso vale per Castelmola dove ha ben amministratore anche l’amico Orlando Russo che è riuscito ad intercettare numerosi finanziamenti per la sua comunità. Per avere maggiori benefici anche a Castelmola, come pure a Letojanni, ora è necessario che Taormina si svegli e assuma un ruolo concreto e lungimirante».

© Riproduzione Riservata

Commenti