Andrea Raneri
Andrea Raneri, "Sicilia Futura"

Il leader del Pdr-Sicilia Futura, l’on. Beppe Picciolo, prepara le Regionali del 5 novembre ed in vista di quell’appuntamento politico vuole che un esponente del proprio gruppo politico si candidi per intercettare un numero significativo di consensi a Taormina e nella fascia ionica. Al momento sarebbero due i papabili per l’inserimento in lista, per quello che rappresenterebbe un momento utile a fare delle “prove tecniche” in vista delle Comunali 2018: si parla di Andrea Raneri, attuale presidente del Consorzio Rete Fognante, e dell’attuale vicesindaco di Taormina, Mario D’Agostino.

La scelta finale. Alla fine il prescelto per la candidatura nella lista del gruppo politico di Picciolo per le Regionali potrebbe essere proprio Andrea Raneri, pronto a misurarsi con la sfida del voto per Palazzo d’Orleans e per il quale comunque non viene escluso, in alternativa, un ruolo nell’immediato all’Asm di Taormina se dovesse arrivare l’ok al trasferimento del liquidatore Agostino Pappalardo al Comando Vigili Urbani di Reggio Calabria. L’alternativa per le Regionali è quella di una candidatura di D’Agostino che però guarda soprattutto alla competizione per la sindacatura a Taormina del 2018 e non ha intenzione di ripetere l’esperienza della passata tornata di voto per le Regionali di cinque anni fa.

© Riproduzione Riservata

Commenti