«I cantieri per il G7 arriveranno al traguardo entro il 15 maggio». Lo ha reso noto in una intervista a TaorminaToday il Commissario straordinario, Riccardo Carpino, che nelle scorse ore – nel contesto di un sopralluogo al Teatro Antico ed al Palazzo dei Congressi – ha fatto il punto della situazione sui vari fronti di intervento in atto sul territorio per l’evento internazionale del 26 e 27 maggio.

Villa comunale e Via Teatro Greco. «Proprio in questi momenti – ha spiegato il Prefetto Carpino – stanno partendo i lavori per la sistemazione della frana alla Villa comunale. Abbiamo avuto una serie di difficoltà che si sono finalmente risolte proprio in queste ore. Per la strada di Via Teatro Greco invece la scelta verrà fatta da me, dal sindaco e dal soprintendente per la colorazione di questo asfalto particolare che su proposta del progettista dell’Università di Messina abbiamo individuato».

L’agibilità del Palacongressi. Poi Carpino si è soffermato sull’appello formale rivolto dal sindaco Eligio Giardina alla Sottosegretaria Maria Elena Boschi a riguardo dell’auditorium di piazza Vittorio Emanuele da rendere agibile in via definitiva. «Il Palacongressi, e la relativa richiesta di far proseguire i lavori anche dopo il G7, è un tema che ha una valenza politica. Quello che è stato fatto sinora è un grosso passo in avanti che consentirà comunque l’utilizzo del palazzo durante le giornate del G7. Per quanto concerne il dopo è una legittima aspirazione da parte del sindaco, mentre per quanto attiene la mia persona c’è una mia disponibilità ad individuare delle soluzioni successive. È comunque una scelta più politica che tecnica».

Fastidio ben ripagato. «Il 15 maggio si concluderanno i lavori al Palazzo dei Congressi e per le due elipiste. Per le strade ci sono stati alcuni inconvenienti tecnici ma l’aspirazione di tutti è quello di fare tutto entro la prossima settimana e liberare i taorminesi dal fastidio che stiamo creando. È un fastidio che però sarà ben ripagato, visto che stiamo rifacendo più di 10 chilometri di strade».

Il Giro d’Italia. «Il 10 maggio arriverà il Giro d’Italia e stiamo vedendo come conciliare le esigenze di rifacimento complessivo delle varie strade con la necessità di liberare il traffico e consentire il passaggio della carovana ciclistica».

Via Garipoli a doppio senso. «Via Garipoli – ha aggiunto Carpino – è stata una sorpresa non gradita, se così posso dire e che spero sia in via di soluzione. La Protezione Civile regionale ha chiarito che non ci sono pericoli in alcun modo e che potrà essere ripristinato il doppio senso di marcia. In queste ore i tecnici stanno vedendo di trovare qualche soluzione per effettuare il rifacimento dell’asfalto e quindi per sistemare tale tratto che attualmente è a senso unico alternato».

© Riproduzione Riservata

Commenti