Divieto di accesso alla passeggiata panoramica della Villa comunale dopo la frana del settembre 2015
Divieto di accesso alla passeggiata panoramica della Villa comunale dopo la frana del settembre 2015

Al via i lavori per la sistemazione della frana alla Villa comunale in vista del G7. È arrivata, dunque, finalmente l’ora X anche per l’ultimo cantiere che sinora era rimasto in stand by, in attesa della definizione dell’iter procedurale. Nelle scorse ore sono arrivate le approvazioni al progetto ed il relativo via libera da parte della Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina, del Genio Civile e della Forestale. A questo punto, si potrà dare inizio alle attività finalizzate a rimuovere lo smottamento che nel settembre del 2015 ha interessato oltre 20 metri di affaccio panoramica della Villa comunale, nel belvedere che dà sulla baia di Villagonia. Una svolta in tempi stretti era stata sollecitata sabato scorso anche dalla Sottosegretaria di Stato Maria Elena Boschi durante la sua seconda visita a Taormina, che ha fatto seguito a quella del 24 febbraio. Rimane in piedi, pertanto, l’ipotesi che possa svolgersi proprio al Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò il cocktail delle first ladies del G7.

L’iter per i lavori. L’iter ha fatto registrare un’accelerazione in extremis nelle scorse ore ed è rientrata in extremis anche l’ipotesi di ulteriori modifiche al progetto. Dopo la Soprintendenza, che si era pronunciata già il 21 aprile è arrivato anche il nulla osta del Genio Civile e, diversamente da quanto si era ipotizzato, non sono giunte in tal senso richieste di altri correttivi al progetto. Il muretto da ripristinare verrà realizzato in pietra a gravità come quello esistente. Una parte dei lavori verrà eseguita dai militari dell’Aeronautica mentre l’altra parte dall’impresa incaricata tramite l’apposita procedura di gara espletata.

Corsa contro il tempo. Occorreranno 15 giorni di lavori intensivi, da eseguire nelle ore diurne ma con molta probabilità anche in quelle notturne, per completare le opere che restituiranno alla pubblica fruizione l’intera ala di Villa comunale da ormai due anni transennata ed impedita al pubblico per motivi di sicurezza. Molti turisti ogni giorno si trovano da quelle parti e si chiedono come mai quell’area sia chiusa con delle transenne sui due lati di ingresso. Dalle prossime settimane il giardino pubblico di Taormina ritroverà una parte importante, di rinomato fascino per i visitatori sia stranieri che provenienti da altre zone d’Italia e dove ogni giorno si recano anche parecchi taorminesi per fare una passeggiata o magari per sedersi in una delle panchine che si affacciano sulla baia di Villagonia e su Naxos.

© Riproduzione Riservata

Commenti