Stazione Taormina-Giardini Naxos
Stazione ferroviaria Taormina-Giardini Naxos

In riferimento alle operazioni di sicurezza relative al G7 del 26 e 27 maggio, è stato chiuso lo scalo ferroviario della stazione di Taormina-Giardini Naxos. La disposizione si inquadra nell’ambito delle misure di sicurezza previste nell’ambito del vertice internazionale che vedrà l’arrivo a Taormina dei Capi di Stato e di Governo dei 7 paesi più industrializzati del mondo. «Tale chiusura – spiega Giosuè Malaponti, presidente del Comitato Pendolari Siciliani (Ciufer) ha messo in difficoltà molti utenti che viaggiano con il treno regionale 12866 delle ore 5.52 che non hanno da qualche giorno la possibilità di poter parcheggiare sia all’interno dello scalo che nei pressi della stazione».

La richiesta dei pendolari. «In considerazione di tale chiusura, e per tutta la durata dell’operazione del G7 – continua Malaponte -, si chiede la possibilità di voler concedere alla clientela di Taormina-Giardini la fermata del treno in questione alla stazione di Alcantara fermo restando la fermata prevista di Taormina-Giardini, sino al cessato bisogno. E sulla Stazione ferroviaria, considerata per ovvi motivi, uno degli obiettivi sensibili da proteggere, le misure di sicurezza, dunque, sono già state attivate e sono ulteriormente destinate ad innalzarsi progressivamente, in modo ancor più intensivo nei prossimi giorni con il presidio da parte delle Forze dell’Ordine coadiuvate dai reparti dell’Esercito italiano. Si punta ad impedire eventuali gesti sconsiderati da parte di qualche “lupo solitario” in concomitanza con il periodo del summit dei sette grandi».

© Riproduzione Riservata

Commenti