Vittorio Sabato, vicepresidente del Consiglio comunale
Vittorio Sabato, vicepresidente del Consiglio comunale

«Spazio agli imprenditori», è lo slogan e il leit motiv del movimento lanciato in vista delle Amministrative 2018 dal vicepresidente del Consiglio comunale, Vittorio Sabato, che irrompe sulla scena delle prossime elezioni comunali annunciando l’avvio delle consultazioni per la formazione di un nuovo schieramento che partirà da due presupposti fondamentali: il candidato a sindaco del gruppo non sarà un medico e verrà dato, invece, spazio prioritario alle figure imprenditoriali della città.

Le linee guida del progetto. «Non è più tempo di candidati a sindaco che nella vita fanno i medici – ha spiegato Sabato -. Si tratta dei bravissimi professionisti, degni di massimo rispetto e che certamente svolgono al meglio il loro mestiere di medici, ma in politica i risultati non sono stati soddisfacenti e hanno deluso i taorminesi». Sabato, ad ogni tornata di voto puntualmente il più votato ed ago della bilancia dei vari appuntamenti elettorali, dichiara che «il punto di riferimento del progetto politico ed amministrativo per le prossime elezioni dovranno essere le figure imprenditoriali e gli operatori economici, sinora relegati in un angolo e che hanno le potenzialità per svolgere un ruolo da protagonisti e per amministrare in modo adeguato la città. C’è bisogno di una gestione manageriale del Comune e di iniziative fondamentali come un piano di informatizzazione dei servizi».

Il possibile candidato. Il vicepresidente del Consiglio comunale, dunque, non sosterrà una ricandidatura dell’attuale sindaco Eligio Giardina ma nemmeno altri candidati medici. «Questo è certo, l’ho già detto», ha evidenziato Sabato, che aggiunge: «Ad ogni modo è ancora prematuro parlare di chi sarà il candidato, prima occorre pensare la squadra e il progetto per la città. Il resto verrà di conseguenza». Si ipotizza che il candidato possa essere proprio Sabato ma non si esclude che possa essere individuato in un secondo momento un altro sul quale far convergere il sostegno del movimento che si va costituendo.

© Riproduzione Riservata

Commenti