Il prefetto Riccardo Carpino, Commissario straordinario per il G7
Il prefetto Riccardo Carpino, Commissario straordinario per il G7

A poco più di un mese dal G7 il Commissario straordinario Riccardo Carpino vede positivo sulla situazione dei cantieri in atto a Taormina. «Oggi si iniziano a vedere i frutti del lavoro che abbiamo impostato da Gennaio scorso con tutto lo staff della struttura. Oggi il lavoro impostato sta dando ottimi frutti», ha dichiarato il Prefetto incaricato dal Governo per la fase procedurale degli interventi da porre in essere sul territorio, finalizzati a sistemare i tanti (troppi) problemi di una città che si era presentata impreparata e senza i necessari progetti esecutivi all’appuntamento con il summit dei sette grandi.

Sfida al calendario. «Ci sono diversi cantieri, dal Teatro Greco alle strade di Taormina compresa la provinciale che porta all’ingresso della città, fino alle elipiste in via di ultimazione e al Palazzo dei Congressi. Siamo tutti concentrati nel finire nel più breve tempo possibile e nel completare bene i propri lavori. Siamo intervenuti con un progetto complessivo di restyling del luogo che ospiterà il summit internazionale di fine Maggio. Corriamo contro il tempo, questo è vero, ma credo che l’importante sia poi il portare a casa il risultato: un Taormina ancora più bella. Ritengo sia importante evidenziare che quanto sta accadendo a Taormina è frutto di un impegno ed un lavoro realizzato in tempi straordinari».

© Riproduzione Riservata

Commenti