Gettoni di presenza Consiglieri comunali di Taormina

Ventitremilasettecentonovantadue/68 euro. È l’importo che il Comune di Taormina ha pagato nell’anno 2016 ai componenti del Consiglio comunale per i gettoni di presenza alle sedute di Consiglio comunale e di Commissioni consiliari. È quanto emerge dai prospetti di liquidazione che vanno dal 1 gennaio dell’anno trascorso sino al 31 dicembre con il riepilogo complessivo e dettagliato delle somme dovute ai consiglieri e con il conseguente riconoscimento del gettone il cui importo esatto viene stabilito dalla vigente normativa per Taormina (Comune sopra i 10 mila abitanti) in 33,23 euro.

I numeri dei consiglieri. Nel dettaglio Rosy Sterrantino ha preso parte a 32 sedute di Consiglio e 1 di Commissione percependo 1.096,59 euro, Gaetano Cucinotta a 32 sedute di Consiglio e zero di Commissione per un totale di 1.063,36 euro; Enza De Luna ha partecipato a 19 sedute di Consiglio ed 1 di Commissione per un totale di 664,60 euro; Liliana Tona 31 sedute di Consiglio e 5 di Commissione 1.196,28 euro; Vittorio Sabato 33 sedute di Consiglio comunale e 5 di Commissione per 1.262,74 euro; Graziella Longo 34 sedute di Consiglio e 19 di Commissione per 1.761,19 euro; Piero Benigni 33 sedute di Consiglio e 13 di Commissione per 1.528,58 euro; Nino Moschella 27 sedute di Consiglio e 2 di Commissione per 963,67 euro; Eugenio Raneri 34 sedute di Consiglio comunale e 31 di Commissione per un totale di 2.159,95 euro; Pinuccio Composto 33 sedute di Consiglio e 1 Commissione per 1.129,82 euro, Nunzio Corvaia 36 sedute di Consiglio e 7 Commissione per 1.428,89 euro; Alessandra Caltabiano 34 sedute di Consiglio e 9 Commissioni per 1.428,89 euro; Carmelo Valentino 34 sedute di Consiglio e 17 Commissioni per 1.694,73 euro; Franco Pizzolo 26 sedute di Consiglio e 2 Commissioni per 930,44 euro; Carmelo Leonardi 34 sedute di Consiglio ed 1 di Commissione per 1.163, 05 euro.

Il più presente. Il consigliere Salvo Brocato è stato il più presente con 35 presenze un Consiglio comunale e 38 in commissione per un totale di 73 gettoni ed un importo complessivo di 2.425,79 euro; Salvo Abbate 15 sedute consiliari più 4 di Commissione ha percepito 631,37 euro; Antonio Lo Monaco 35 sedute consiliari e 3 di commissione per 1262,74 euro. Il gettone di presenza, ovviamente, non spetta invece al presidente del Consiglio, Antonio D’Aveni che percepisce già un emolumento per la carica a presidente del Consiglio comunale. Stesso discorso vale per Gaetano Carella, che nel doppio ruolo di assessore e consigliere di maggioranza e pure lui come D’Aveni non ha diritto a chiedere il gettone di rimborso per la presenza.

Le Commissioni. Nel computo complessivo il Comune di Taormina ha riconosciuto ai 18 consiglieri su 20 gettoni di presenza per 716 sedute tra Civico consesso e le quattro Commissioni consiliari in attività a Palazzo dei Giurati. La Prima commissione consiliare permanente si è riunita 32 volte per un totale di 87 gettoni con i 6 consiglieri impegnati e per un importo a carico del Comune di 2.891 euro. La Seconda Commissione è costata 531 euro riunendosi 6 volte, e la Terza commissione si è riunita soltanto una volta costando alle casse di Palazzo dei Giurati solo 99 euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti