Nuove indicazioni dal Viminale per la sicurezza

Ad un mese dal G7, in concomitanza con il periodo di Pasqua sono stati predisposti dal Viminale ulteriori servizi di vigilanza in Italia. L’attenzione è alta su Taormina che sarà sede del vertice dei sette grandi il 26 e 27 maggio. Secondo la circolare del Ministero dell’Interno, le indicazioni principali del piano di sicurezza sono sei: «Implementare l’attività formativa per un costante flusso di coscienze; incrementare al massimo le attività di prevenzione e di controllo del territorio; aumentare la visibilità delle Forze di polizia, rimodulando quella in atto, se necessario, con la predisposizione di servizi riservati con l’utilizzo di personale in abiti civili; più controlli negli ambienti più sospetti, e poi negli alberghi e negli esercizi ricettivi; attuare una mirata attività info-investigativa nei riguardi di elementi indicati come continui a formazioni terroristiche, anche attraverso il continuo monitoraggio delle vie telematiche di largo e recente utilizzo».

Taormina verso l’ora X. «Affrontiamo la Pasqua con un rigoroso controllo del territorio, ma senza limitare nemmeno un attimo la libertà dei cittadini di godere dei giorni di festa. Non c’è luogo più controllato di un luogo vissuto», ha dichiarato il Ministro dell’Interno Marco Minniti. A Taormina, in occasione del G7, sono stati previsti circa 7 mila agenti delle Forze dell’Ordine in servizio, supportati dai militari dell’Esercito italiano, a difesa dei luoghi ritenuti sensibili.

© Riproduzione Riservata

Commenti