Sues 118 di Taormina

Un bambino di 3 anni è finito nelle scorse ore in ospedale dopo essersi versato addosso l’acqua bollente di una pentola. L’incidente domestico è avvenuto intorno all’una di notte e i genitori del piccolo lo hanno subito portato in Guardia Medica. Dopo un primo controllo si è reso necessario chiamare un’ambulanza per trasportarlo in ospedale e così sul posto si è portato l’equipaggio del Sues 118 di Taormina, diretto nell’occasione dal dott. Salvatore Montagna, prontamente giunto in zona per accertare quanto accaduto e le condizioni del bambino. Il personale del 118 ha trasferito d’urgenza il malcapitato bimbo presso il Centro Ustioni dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, dove i medici hanno riscontrato ustioni diffuse sul corpo e stanno monitorando con attenzione la situazione del piccolo, che non corre pericolo di vita ma riguardo il quale bisognerà valutare quali saranno le esatte conseguenze di questo incidente domestico.

L’ambulanza con il medico. Prezioso si è comunque rivelato il tempestivo intervento dell’ambulanza dotata di medico a bordo, in un momento in cui nell’ambito del riordino del piano sanitario si sta discutendo la problematica di eventuali tagli al servizio di prima assistenza e la prospettiva cioè di tenere in attività servizi con ambulanza priva di medico. In tal caso, si sarebbe reso necessario portare prima il bambino al più vicino presidio, ovvero l’ospedale San Vincenzo di Taormina per un primo accertamento e solo in un secondo momento sarebbe avvenuto il trasferimento a Catania con un aggravio dei tempi di soccorso del paziente.

© Riproduzione Riservata

Commenti