Funivia Taormina
Funivia Taormina-Mazzarò

Cambio di programma in vista per i lavori di collocazione delle nuove cabine alla funivia. Si tratta di interventi che pochi giorni fa hanno ottenuto il nulla osta del Ministero per le Infrastrutture e per la cui esecuzione l’intendimento dell’Azienda Servizi Municipalizzati è al momento quello di avviare il tutto all’inizio del prossimo mese. Si dovrebbe intervenire dal 2 maggio, chiudendo quindi per due settimane l’impianto che collega su fune Taormina centro e Mazzarò, ma in extremis i piani potrebbero cambiare e i lavori potrebbero slittare a fine maggio. Si va, infatti, verso la chiusura forzata per motivi di sicurezza della funivia in concomitanza con il G7.

Questione di sicurezza. «Posso soltanto dire che c’è la possibilità concreta che l’impianto debba rimanere chiusa nel periodo del G7, per il momento preferisco non aggiungere altro», ha confermato il Comandante Agostino Pappalardo, commissario liquidatore di Asm. Per la funivia sono due gli scenari che vengono valutati nell’ottica del G7, e cioè o un’apertura dell’impianto esclusivamente dedicata agli addetti ai lavori con severe restrizioni e controlli sull’accesso alle vetture, previo relativa autorizzazione ed in presenza dell’apposito badge, oppure il secondo scenario che al momento appare di gran lunga quello che si prospetta all’orizzonte: ovvero la chiusura per motivi, appunto, di sicurezza. L’impianto funiviario è considerabile un potenziale obiettivo sensibile e da qui l’orientamento di un momentaneo stop di qualche giorno al trasporto pubblico, non essendo ovviamente possibile garantire una totale sicurezza ai passeggeri lungo il percorso che avviene mediante sistema a fune.

Decisione imminente. Una decisione definitiva verrà presa nei prossimi giorni, e ad attendere comunicazioni dall’organizzazione del G7 c’è il direttore d’esercizio della funivia, l’ing. Sergio Sottile, che sovrintenderà l’esecuzione delle opere affidate ad una ditta di Vipiteno. Per adesso di certo c’è che Asm ha rimandato i lavori al mese di maggio, poiché si intende evitare qualsiasi disagio o disservizio per l’utenza nel periodo di Pasqua. Le nuove cabine sono già arrivate nelle scorse settimane: si tratta di due “grappoli” da quattro cabine. Ognuna delle otto vetture può portare sino a 12 persone ed avrà un sistema di apertura e chiusura porte più efficace rispetto a quello in esercizio.

© Riproduzione Riservata

Commenti