Traffico in tilt in via Pirandello
Traffico in tilt in via Pirandello

Via Pirandello come un inferno dantesco. Traffico in tilt nell’arteria dove si è riversato da lunedì il flusso veicolare impossibilitato a transitare dalla Via Garipoli, chiusa per i lavori del G7. «Il traffico è in tilt perché ci sono i lavori nell’altra strada di accesso alla città ed è del tutto evidente – spiega la taorminese Nicole Vasta, una delle più stimate guide turistiche della zona – ma il problema è che non si può chiudere una strada per lavori e riversare tutto su un’altra strada dove sono ancora in corso altri lavori e ci sono dei semafori. Ma come si può organizzare così un piano di viabilità? In questo modo si fa un danno all’immagine e al turismo e si mettono in difficoltà le professionalità».

Disagi insostenibili. «I turisti – aggiunge Nicole Vasta – si sono infastiditi non poco, stamattina in alcuni momenti c’erano almeno sette autobus imbottigliati nel traffico di Via Pirandello. Siamo di fronte a forti disagi e ci chiediamo per quanto altro tempo dureranno? Per quale motivo non si è pensato ad un piano migliore in grado di rendere fluida la circolazione lì dove invece si stanno creando interminabili code? Alcuni turisti si sono inferociti ed hanno abbandonato persino i bus decidendo di andare a piedi in centro storico. Noi guide turistiche, ma più in generale i cittadini, chiediamo che si faccia qualcosa per riportare vivibilità e fermare queste situazioni di caos. Ci troviamo in chiara difficoltà a spiegare e motivare al turista quel che sta accadendo».

© Riproduzione Riservata

Commenti