Salvatore Esposito e il sindaco Eligio Giardina durante il 62° Taormina Film Fest
Salvatore Esposito con il sindaco Eligio Giardina durante il 62° Taormina Film Fest

C’è anche Taormina tra le possibili location della quarta serie di Gomorra. La località turistica più conosciuta della Sicilia potrebbe, infatti, accogliere nel 2018 alcune scene di una delle puntate della serie tv che spopola in Italia e nel mondo. Gomorra sta ampliando sempre di più la sua “geografia” ben oltre le periferie di Napoli. Dopo Milano, Roma, la Spagna, la Francia e la Germania, in futuro ci sarà molto di più. In questi giorni sono in corso le riprese della terza serie, che andrà in onda da maggio su Sky Atlantic. Ma si sta iniziando anche a lavorare sulla scenografia e le location di Gomorra 4. Numerosi saranno, infatti, i luoghi in cui la serie sarà ambientata, tra Italia e il resto del mondo, per un prodotto sempre più internazionale anche grazie alle città dove si gireranno alcuni parti della serie. Nella prima serie si era passati da Napoli a Milano passando per Ferrara sino ad arrivare ad un intero scorcio ambientato a Barcellona e un altro addirittura in Francia. Poi nella seconda serie è stata la volta, soprattutto, di Roma ma anche di Dusseldorf con la fuga all’estero di Don Pietro Savastano, la Croazia ed il Sud America sino all’Honduras, luogo in cui è avvenuta la trasformazione di Genny Savastano.

Una serie senza confini. Gli autori puntano, insomma, a decontestualizzare la storia a suo tempo esclusivamente ambientata nelle periferie di Napoli e si consolida la scelta di un copione senza confini. Una strategia destinata ad incrementare ancor di più il pubblico appassionatosi ad una fiction molto discussa ma che, di certo, spopola negli ascolti. L’idea è quella di alternare le varie ambientazioni, da quelle tradizionali a quelle definibili “in affiancamento”, per dare ulteriore dinamicità e imprevedibilità alle trame di Gomorra. La produzione sta lavorando alacremente alla gestione di tutte le storie ambientate in Italia, quelle già scelte e quelle per le quali si sta valutando l’opportunità di girarvi delle future scene: secondo alcuni spoiler Taormina rientra in quest’ultimo calderone di ipotesi allo studio della produzione. La prospettiva è quella di ottimizzare un prodotto televisivo che è già di altissimo livello, inserendovi diverse ambientazioni da una parte all’altra della penisola.

Le possibili scene in Sicilia. Per quanto riguarda la Sicilia le località che vengono valutate con attenzione dalla produzione per la quarta stagione (le cui riprese inizieranno tra la fine del 2017 ed inizio del 2018) sarebbero, per l’esattezza, Taormina e Palermo. La Perla dello Ionio ha accolto, ad esempio, in passato scene della serie tv “La Piovra”, quando vennero girate delle sequenze ad Isola Bella, ed è una location che intriga non poco gli autori di Gomorra. E Taormina è anche una meta già ben conosciuta e apprezzata dai protagonisti della serie Marco D’Amore (Ciro Di Marzio) e Salvatore Esposito (Genny Savastano), e da Cristiana Dell’Anna (Patrizia Santoro), rispettivamente ospiti nel 2016 ai Nastri d’Argento e al Festival del Cinema.

La terza migliore serie del mondo. Gomorra, nel 2016, ha conquistato il podio più prestigioso delle migliori serie tv nel mondo, alle spalle di “Happy Valley” e “Detectorists”. Nell’edizione annuale della celebre classifica “The best tv shows” del New York Times, la produzione originale italiana si è classificata in terza posizione nella short list che raccoglie il meglio dei titoli non solo americani ma da ogni parte del pianeta. Secondo il New York Times, Gomorra – La serie rappresenta «una miscela irresistibile di velocità, tensione, atmosfera desolata e cruda violenza. Una produzione capace di far avvertire la sua matrice europea in mezzo alla lunga mitologia di gangster movie italiani e americani, grazie a un realismo lirico che non trova pari in alcun altro titolo in onda sulla tv americana». Sono oltre 150 i paesi in cui è stata venduta ad oggi – ma anche e soprattutto con i riconoscimenti della critica e del pubblico. Un passo significativo per tutto il comparto produttivo italiano che ha dato prova, anche grazie a produzioni come Gomorra, di essere al pari della migliore serialità internazionale per modello produttivo, scrittura, regia e recitazione.

La dura legge di Gomorra. Di certo, oltre i cosiddetti spoiler, non si hanno ad oggi certezze su cosa accadrà ai singoli personaggi e protagonisti di Gomorra nei prossimi episodi della terza serie e poi nella quarta, ma ancora una volta si prevede un “tutti contro tutti”. Il mondo criminale, nella vita come sul set, non risparmia nessuno, nemmeno chi è al potere e tutti possono cadere vittime del loro stesso dominio, come la seconda stagione di Gomorra ha dimostrato per i personaggi di Salvatore Conte e Pietro Savastano. Disumanità e crudeltà saranno, ancora una volta, gli elementi centrali di Gomorra – La serie, di cui Roberto Saviano è l’impeccabile autore del libro e del soggetto della serie. Il lavoro di stesura del copione è lungo e complessa è anche la scrittura della sceneggiatura ma Gomorra 3 e 4 ci saranno. E nella quarta stagione potrebbe esserci anche un po’ di Taormina.

© Riproduzione Riservata

Commenti