Salvo Cilona, assessore alle Politiche Finanziarie
Salvo Cilona, assessore alle Politiche Finanziarie

Il Comune di Taormina riattiverà nei prossimi giorni la procedura di rilascio dei locali della piscina Comunale nei confronti del Cvsm, ente gestore che a detta dei vertici di Palazzo dei Giurati è arrivato alla scadenza del contratto lo scorso 9 marzo. È quanto emerso nella riunione svoltasi nella giornata di lunedì in Comune alla presenza dei consiglieri di maggioranza ed opposizione ed alla presenza del segretario generale Rossana Carrubba e del legale del Comune per questa vicenda, l’avv. Davide La Rosa. «Posso dire soltanto che abbiamo parlato della delibera e delle azioni che si effettueranno a tutela della posizione del Comune di Taormina – spiega il presidente del Consiglio, Antonio D’Aveni – e si è trattato per lo più di uno scambio di informazioni, intanto, per capire quale sia lo stato esatto. Sia chiaro che rimaniamo convinti della bontà dell’atto con il quale il 16 febbraio scorso il Consiglio ha votato la variante urbanistica per l’elipista provvisoria accanto alla piscina comunale».

Sfratto e bando pubblico. Decisamente più esplicito sulle intenzioni del Comune è l’assessore al Bilancio e Contenzioso, Salvo Cilona: «Ritengo – afferma l’assessore – che la piscina debba essere liberata al più presto – afferma Cilona -. Quella struttura deve tornare al Comune, al più presto. Faremo un bando pubblico di gara, moderno e funzionale per affidare la piscina ad un nuovo ente gestore, con nuovi metodi, nuove regole e nuovi modi. Oggi il Comune di Taormina non si può permettere di spendere tanti soldi dal suo bilancio per fare gestire la piscina a persone che tendono oltretutto anche a prenderci in giro. Non c’è dubbio che la procedura di rilascio dei locali dell’impianto di contrada Bongiovanni va avanti. Non esiste da nessuna parte che un gestore chieda oltre 500 mila euro di danni al Comune, proprietario della struttura».

Il nuoto a Taormina. «Ravvisiamo atteggiamenti poco consoni nei confronti dell’Amministrazione della Città di Taormina – continua Cilona – e colgo l’occasione per ricordare, anzi, ai gestori del Cvsm, che Taormina ha una storia importante e di cui va orgogliosa, dal punto di vista del nuoto nella quale abbiamo avuto campioni siciliani e tra i tanti atleti che hanno fatto questo sport va annoverato anche il sottoscritto. A Taormina abbiamo imparato a nuotare molto prima che arrivasse il Cvsm. Il Comune tutelerà l’interesse dell’ente locale e dei cittadini di Taormina. Non ho altro aggiungere».

© Riproduzione Riservata

Commenti