Lo slogan ironico sui volantini della Piscina comunale
Lo slogan ironico sui volantini della Piscina comunale

«Non è nostra intenzione fare volantinaggio per fare dello sfottò al Comune di Taormina». Lo afferma il presidente del Cvsm Giuseppe Sperlinga, che interviene per fare chiarezza sul recente volantino promozionale diffuso dall’ente gestore della piscina comunale di contrada Bongiovanni e, intanto, non risparmia nuove frecciate al sindaco. «Uno sfottò? No, non lo penso e non mi permetterei mai né io né i miei collaboratori – afferma Sperlinga -. Noi facciamo la nostra pubblicità alla piscina di Taormina, di cui siamo i gestori e null’altro. Ma esiste una figura ben individuata che, stranamente, assume comportamenti non consoni al ruolo che riveste, affermando a destra e a manca che ci sfratta, che farà un nuovo bando che è finita la nostra gestione, che in piscina comanda lui, che dopo il G7 lo spiazzo antistante la Piscina, continuerà a funzionare come elipista o elisuperficie, e anche questo sarà da chiarire».

Legittima difesa. «È da quattro anni che subiamo continui attacchi, tendenti solo ed esclusivamente a crearci problemi, con l’unico scopo di mandarci via. Tutto ciò, pur sapendo che esiste un contratto, una regolare e formale proroga sino al 2026. Cos’è la piscina “l’ombelico del mondo”? La nostra associazione è costretta di operare in regime di legittima difesa rispetto ad una condizione di attacco che non ha eguali in nessun’altra parte del nostro Paese, proprio da chi dovrebbe incarnare la legalità».

© Riproduzione Riservata

Commenti