Il sindaco Giardina durante l'incontro con i commercianti dei chioschi in via Teatro Greco
Il sindaco Giardina durante l'incontro con i commercianti dei chioschi in via Teatro Greco

Nuovo incontro ieri a Palazzo dei Giurati ed intesa di massima raggiunta tra il sindaco Eligio Giardina ed i commercianti dei chioschi di Via Teatro Greco che dovranno rimuovere in via temporanea i propri gazebo in vista del G7 del 26 e 27 maggio. In previsione del summit dei sette grandi è in agenda a breve, infatti, la realizzazione di un tappetino deasfaltenizzato colorato con l’apposizione di una nuova segnaletica orizzontale lungo i cigli stradali e quella verticale. I commercianti delle otto attività dislocate lungo la salita della centralissima Via Teatro Greco hanno esternato la propria preoccupazione, temendo che l’imminente provvedimento temporaneo di rilascio degli spazi possa poi tramutarsi in una soluzione definitiva.

L’impegno di Giardina. «Nessuno vuole rimuovervi da lì e andare a colpire le vostre attività», ha detto il sindaco ai commercianti. «L’ordinanza che verrà fatta – ha spiegato Giardina – disporrà la rimozione dei chioschi per motivi di sicurezza e per consentire lo svolgimento dei lavori inerenti il G7 a partire da dopo Pasqua, e i commercianti potranno poi tornare al loro posto dopo il G7». Il rientro dovrebbe avvenire o nella giornata del 29 maggio o al più tardi il 30 maggio. Soddisfazione per l’esito della riunione è stata espressa dagli operatori economici, che in queste settimane hanno vissuto con particolare apprensione l’evolversi della vicenda.

Piano dell’arredo urbano. Le parti hanno anche discusso e concordato di avviare un tavolo di concertazione finalizzato alla «condivisione di soluzioni atte a migliorare l’impatto estetico delle strutture, nell’ambito del piano di arredo urbano della città». Quest’ultimo aspetto è stato affrontato sempre ieri anche con il dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale, ing. Massimo Puglisi. “Massima disponibilità” è stata evidenziata in tal senso sia dal primo cittadino che dai commercianti, al termine di un faccia a faccia che pare aver sancito una schiarita sulla problematica. I commercianti hanno temuto di perdere lo spazio ottenuto parecchi anni fa e che, di conseguenza, si sarebbe delineato il serio rischio di perdere la stagione turistica.

© Riproduzione Riservata

Commenti