Via libera dell’Ufficio Speciale Trasporti ad Impianti Fissi (Ustif) di Palermo alle nuove cabine per la funivia Taormina-Mazzarò: adesso manca soltanto l’ok definitivo da parte del Ministero Infrastrutture e Trasporti e poi potranno essere installate le otto vetture, suddivise in due grappoli da 4, che saranno presto in attività sulla tratta su fune che collega il centro storico di Taormina con la zona mare. «Ustif ha approvato il progetto e quindi tutti gli atti che abbiamo presentato – spiega l’ing. Sergio Sottile, direttore d’esercizio della funivia – e adesso attendiamo che arrivi anche il placet del Ministero». Sottile con molta probabilità effettuerà una missione a Roma in settimana entrante per discutere l’iter negli uffici del Ministero e per tornare a Taormina con in mano il nulla osta ai lavori che dovranno essere effettuati. Le nuove cabine (ognuna delle quali può portare sino a 12 persone) sono già arrivate a Taormina e si trovano in stazione funiviaria, a Mazzarò.

Le caratteristiche delle nuove cabine. L’obiettivo è quello di dare all’impianto una veste moderna con vetture in linea col design attuale ed integre nella struttura, e di implementare un sistema di apertura e chiusura porte più efficace. Si intende, inoltre, disporre di vetture con una maggiore visibilità per consentire all’utenza di godere di una migliore visione esterna. Verranno anche ridotte le vibrazioni e la rumorosità, motivo di degrado delle cabine e di “disconfort” durante il viaggio. Infine, si punta a proiettare l’impianto verso una manutenzione meno onerosa, riducendo al contempo i costi della prossima revisione generale. Tra le caratteristiche delle nuove cabine c’è soprattutto quella di consentire l’ingresso in modo agevole ai diversamente abili. Previsto un sistema di radio Vhf per le comunicazioni con le stazioni. Le opere in agenda porteranno ad un breve periodo di chiusura dell’impianto che potrà essere calendarizzato una volta ottenuto l’ok da Roma e bisognerà, a questo punto, vedere se il montaggio potrà avvenire prima o dopo Pasqua. Ad eseguire i lavori sarà la Leitner Spa di Vipiteno.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti