L'attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Cateno De Luca
L'attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Cateno De Luca

Terremoto politico in vista a Taormina. In vista delle elezioni amministrative 2018 a sorpresa spunta, infatti, la possibile candidatura a sindaco dell’attuale primo cittadino di Santa Teresa di Riva, Cateno De Luca. A lanciare ufficialmente la corsa di De Luca è stato Jonathan Sferra, il giovane imprenditore ed ex consigliere comunale che nella tornata di voto del 2013 si era a sua volta candidato alla prima poltrona di Palazzo dei Giurati. Sferra, da anni vicino alle posizioni politiche di De Luca ha chiesto al sindaco di Santa Teresa di rinunciare al proposito di candidarsi a Messina per farlo invece a Taormina: «La classe politica di Taormina – premette Sferra – non ha dimostrato negli anni di saper amministrare una città così importante come la nostra. Noi abbiamo bisogno dei migliori amministratori, non di gente mediocre. De Luca è la persona giusta per la svolta».

«La mala politica». «Viene sostenuta da tanti taorminesi – spiega Sferra – la mia idea di candidare a sindaco di Taormina l’attuale sindaco di Santa Teresa di Riva, Cateno De Luca. L’ottimo lavoro svolto dal primo cittadino De Luca nella cittadina di Santa Teresa di Riva ha acceso gli entusiasmi di tanti taorminesi che anche sui social network hanno già espresso il loro apprezzamento e desiderio di avere un’Amministrazione all’altezza di Taormina». «Taormina deve tornare ai suoi splendori attraverso un’Amministrazione che operi con competenza, dedizione ed amore verso la città. La classe politica taorminese ha dimostrato negli anni di non essere all’altezza della situazione, portando Taormina nel baratro. Assenza di politiche per i giovani, così come per gli anziani, assieme ad un territorio abbandonato a se stesso ci porta con forza a voler spazzare via la mala politica dalla nostra città. Per questo dico Cateno De Luca sindaco insieme ad un progetto di rilancio per Taormina potrebbe essere la svolta che da tanti anni ci aspettiamo».

© Riproduzione Riservata

Commenti