G7 Taormina, ecco la
G7 Taormina, ecco la "Zona Rossa"

Dopo una lunga attesa è arrivata ufficialmente l’ordinanza prefettizia, firmata nelle scorse ore dal Prefetto di Messina, Francesca Ferrandino, che dispone tutte le indicazioni inerenti la situazione di viabilità e quindi le relative misure di sicurezza nella Città di Taormina in vista del G7, con le relative limitazioni dettate dall’eccezionalità dell’evento. «All’esito delle riunioni tecniche di coordinamento delle Forze di Polizia – ha evidenziato Sua Eccellenza il Prefetto Ferrandino – è emersa l’ineludibile necessità di adottare misure finalizzate a modificare in via eccezionale e temporanea le condizioni di agibilità delle zone interessate dall’evento attraverso un sistema integrato di attività di controllo e divieti di accesso pedonale e veicolare sulle strade e spazi pubblici interessati dall’evento». Le zone sono state suddivise in “Area ad accesso riservato”, meglio specificata nella planimetria che vi mostriamo di seguito, e “Zona di massima sicurezza”, anch’essa ben indicata nella planimetria. In entrambi i casi bisognerà rigorosamente e rigidamente attenersi alle indicazioni dell’ordinanza.

Area ad accesso riservato. È prevista un’area ad accesso riservato nella quale dalle ore 00.01 del 22 maggio sino alle ore 24 del 27 maggio, verrà fatto divieto di accesso pedonale e carrabile, ad eccezione di soggetti e mezzi preventivamente autorizzati dall’Autorità di Pubblica Sicurezza, ovvero muniti di pass di livello 1, appositamente rilasciati. Stop alla sosta veicolare nelle vie Guglielmo Marconi, Luigi Bongiovanni e Porta Pasquale (dall’intersezione con via San Pancrazio) e Piano Porto.

Zona di massima sicurezza. Secondo quanto dispone l’ordinanza, all’interno della Zona di massima sicurezza, a decorrere dalle ore 00.01 del 22 maggio sino alle ore 24 del 24 maggio sarà fatto divieto di accesso pedonale e carrabile ad eccezione di chi sarà munito di pass di livello 2, appositamente rilasciati; e a decorrere dalle ore 00.01 del 25 maggio sino alle ore 24 del 27 maggio verrà fatto divieto di transito veicolare. Potranno, pertanto, accedere alla zona di massima sicurezza soltanto i pedoni, purché preventivamente autorizzati dall’Autorità di Pubblica Sicurezza, ovvero muniti di pass di livello 2, appositamente rilasciati; ed infine a decorrere dalle ore 00.01 del 22 maggio sino alle ore 24 del 27 maggio nell’intera zona di massima sicurezza sarà vietata la sosta di ogni veicolo, nonché mezzo strumentale di qualunque genere, anche finalizzati al commercio ambulante. Al sindaco di Taormina, Eligio Giardina, viene affidato il compito di «individuare un’area idonea a consentire il parcheggio dei mezzi in possesso dei cittadini residenti all’interno delle zone de quibus».

Restrizioni sul versante marittimo. Massima sicurezza non soltanto via terra per il G7 ma anche in mare. Sarà, infatti, vietato l’accesso in mare nello specchio d’acqua immediatamente prospiciente il promontorio di Taormina, con un’estensione longitudinale pari a circa 5 miglia nautiche un’area compresa tra l’Hotel San Pietro di Letojanni a nord e lo stabilimento balneare Lido Recanati Beach a Giardini Naxos a sud. Accesso controllato, invece, per 10 miglia nautiche nella zona compresa tra l’Elihotel di Sant’Alessio Siculo a nord e il Lido del Sole lungo mare Cottone di Fiumefreddo a sud. A 23 miglia dalla costa, l’area compresa tra il Main Palace Hotel di Roccalumera a nord e il Porto di Pozzillo di Acireale a sud sarà considerata di sorveglianza e allarme Area. Solo balneazione consentita ma entro 50 metri: dal 22 maggio e fino a mezzanotte del 27 maggio, sarà interdetta qualsiasi tipo di attività, venendo consentita esclusivamente la balneazione, purché ci si mantenga ad una distanza inferiore ai 50 metri dalla battigia. Ma ancora: dal 22 maggio e fino a mezzanotte del 27 maggio sarà consentita esclusivamente la navigazione in transito e secondo le modalità di dettaglio previste nel provvedimento in questione, restando preclusa la possibilità di sosta all’interno dell’area e le altre attività marittime quali pesca, immersioni.

Le disposizioni su Giardini Naxos. Anche il porto di Giardini Naxos, area interessata già da qualche settimana dai controlli nell’ambito dell’Operazione strade sicure, sarà interessato, per la sua collocazione strategica, da una serie di attività connesse e finalizzate ai servizi di ordine e sicurezza pubblica dell’Evento G7: dal 15 maggio 2017, il porto sarà utilizzato prevalentemente come base logistica a supporto del dispositivo di sicurezza navale. Fino al 21 maggio sarà però garantita la possibilità per i pescatori di svolgere regolare attività. Tutto ordinario fino a quella data anche per le navi da crociera. Mentre dal 22 maggio, il porto e la rada di Giardini Naxos saranno interdetti alla navigazione, all’ormeggio ed all’ancoraggio di qualsiasi unità navale. Unica eccezione: le unità dei servizi tecnico nautici e per le unità stanziali utilizzati a fini commerciali, alle quali, secondo le indicazioni di dettaglio che saranno fornite dal Comandante del Porto, sarà comunque assicurata esclusivamente la possibilità di ormeggio all’interno dell’area in questione.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti