Taormina, viadotto in via Garipoli
Taormina, viadotto in via Garipoli

Il sindaco Eligio Giardina ha disposto la revoca dell’ordinanza sindacale n. 5 del 16/02/2017 che disponeva lo stop al transito dei mezzi pesanti in via Garipoli a causa di una frana che ha minacciato la stabilità del viadotto accanto al piazzale della Madonnina. Come aveva preannunciato nei giorni scorsi, quindi, il primo cittadino ha deciso di far riaprire al normale transito l’arteria, da ieri tornata a disposizione anche dei pullman. Rimane soltanto in vigore la postazione semaforica con circolazione a senso alternato all’altezza del Ponte della Madonnina, nel viadotto cioè dove andranno eseguiti dei lavori di sistemazione delle acque e del manto stradale. Schiarita, quindi, nella vicenda che richiama la problematica del movimento franoso che ha interessato la Via Garipoli, all’altezza di contrada Lappio.

L’esito positivo dei sondaggi. Il caso interessa da vicino parecchi operatori economici che hanno temuto sinora riflessi pesanti al movimento dei bus dei croceristi a causa del perdurare della chiusura di questa strada ai mezzi pesanti. «Con nota del 14/03/2017 a firma dell’ingegnere Calogero Foti, Dirigente regionale della Protezione Civile Regione Sicilia Unità S4 Rischio Idrogeologico ed Idraulico – spiega l’ordinanza ora emessa dal sindaco in revoca della precedente – ci è stato comunicato che le indagini nella Via Garipoli, in data 11 marzo scorso sono state ultimate, e che “in atto e nelle normali condizioni di esercizio la struttura viaria conserva le caratteristiche di staticità e sicurezza preesistenti al movimento franoso verificatosi il 24/01/2017”. I sondaggi avrebbero, quindi, ritenuto che non sussista attualmente pericolo per il normale passaggio a tutti i mezzi. Ad ogni modo si prevedono ora dei lavori di sistemazione del manto stradale e per la regimentazione delle acque».

Adesso i lavori. «Il ripristino della pavimentazione stradale – continua Giardina – sarà effettuata dalla Struttura Commissariale del G7, nell’ambito dei lavori di “Manutenzione ordinaria e straordinaria sulle infrastrutture stradali del territorio comunale di Taormina connessi alla Presidenza Italiana del Gruppo dei Paesi più Industrializzati”, e la regimentazione delle acque superficiali sarà effettuata dalla Protezione Civile Regionale, come da accordi tra le parti». Per tanto, il primo cittadino “con immediato effetto” ha deciso che «occorre revocare l’ordinanza sindacale n. 5 del 16/02/2017, mantenendo in relazione al restringimento della carreggiata apposita segnaletica». Si tratta di una notizia che verrà, a questo punto, accolta in termini positivi dagli operatori economici che potranno contare regolarmente sulla possibilità del normale transito di mezzi pesanti, e quindi dei bus, lungo la bretella A18, principale arteria di accesso alla città.

© Riproduzione Riservata

Commenti