Felice Laudadio
Felice Laudadio

Felice Laudadio e il suo gruppo di lavoro composto da Enrico Magrelli e Marco Spagnoli rinunciano all’organizzazione dell’edizione 2017 del Festival di Taormina, assegnato alla società siciliana Videobank. La rinuncia è dovuta alla situazione di incertezza che starebbe riguardando il festival del cinema di Taormina, a tre mesi dalla 63esima edizione della rassegna.

I motivi dell’addio. «Le singolari circostanze verificatesi nelle ultime settimane – si legge in una nota – e la situazione di generale incertezza che avvolge il destino del festival impediscono, al momento, di restituire al pubblico e alla città di Taormina un evento internazionale degno di questo nome e all’altezza del suo grande passato». «Tenuto anche conto dell’estrema esiguità del tempo a disposizione – continua la nota – Laudadio e i suoi collaboratori preferiscono ritirarsi, venute meno le condizioni necessarie irrinunciabili per la serietà e per l’impegno che un Festival come quello di Taormina richiedono».

L’ombra di Agnus Dei. Sullo sfondo della decisione di Laudadio potrebbe anche esserci la consapevolezza che l’esito della gara che ha assegnato l’organizzazione del festival a Videobank è ancora oggetto di contestazioni. Nello specifico, la Agnus Dei di Tiziana Rocca non si è rassegnata a perdere la gestione del Tao Film Fest e si è già mossa per fare ricorso contro l’aggiudicazione della procedura pubblica espletata da TaoArte nelle scorse settimane.

© Riproduzione Riservata

Commenti