Una piccola discarica a Isola Bella
Una piccola discarica a Isola Bella

«Che fine ha fatto la raccolta rifiuti ad Isola Bella? Il biglietto da visita del nostro territorio che vogliamo offrire ai turisti è quello della spazzatura depositata e accatasta lì nella nostra spiaggia più bella?». L’interrogativo arriva dalla presidente della Quarta Commissione consiliare, la consigliera Alessandra Caltabiano, ed è una domanda impietosa che in tanti si porranno probabilmente nel vedere le foto di una mini-discarica a cielo aperto all’ingresso della Riserva Naturale Orientata taorminese. A poco più di due mesi dal G7, proprio mentre la stampa italiana ed estera inizia ad essere sempre più attenta alla situazione della città che ospiterà il vertice dei sette grandi di fine maggio, ecco che all’ingresso di Isola Bella, simbolo di bellezza del patrimonio naturalistico di Taormina e della Sicilia, spunta una montagna di spazzatura. Come si può ben vedere dalle immagini, è stato infatti lasciato nelle scorse ore in “bella mostra” un accumulo di sacchi di spazzatura e rifiuti di ogni genere.

Ripulire e vigilare. Bisognerebbe, intanto, capire chi sono gli incivili che hanno insozzato Isola Bella deliberatamente in quel modo ma poiché si sa che in questi casi poi nessuno viene punito e multato come sarebbe necessario, allora bisognerebbe almeno cercare di prevenire tali spettacoli indecorosi per i turisti. «Cos’altro si può dire e aggiungere se non che si tratta di una vergogna inaccettabile – ha evidenziato il consigliere Caltabiano -. È una situazione imbarazzante sulla quale l’ente gestore Cutgana ed il Comune di Taormina sono evidentemente chiamati a provvedere e vigilare subito affinché ciò non si ripeta più».

© Riproduzione Riservata

Commenti