Caterina Rizzo e Rosario Crocetta
Caterina Rizzo e Rosario Crocetta

«L’accordo tra la Regione Sicilia e la Regione Calabria per la conferma del Centro di Cardiochirurgia pediatrica a Taormina si farà molto presto». Lo ha dichiarato il presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta nel corso di un incontro con la portavoce del Comitato dei genitori dei bambini ricoverati ed in cura al Ccpm di contrada Sirina, Caterina Rizzo. Il governatore ha così rassicurato, dunque, le famiglie dei piccoli pazienti e le parole di Crocetta arrivano a pochi giorni di distanza dalla nota che nei giorni scorsi proprio la Rizzo aveva inviato, tra gli altri, anche a Papa Francesco per sollecitare una svolta definitiva sull’attesa definizione dell’accordo per la permanenza del Ccpm a Taormina. La proroga in atto alla vecchia convenzione avviata nel 2010 tra la Regione Siciliana ed il “Bambino Gesù” di Roma scadrebbe attualmente a giugno e allora i genitori chiedono che si faccia in fretta per la ratifica dell’intesa che, in sostanza, è stata già raggiunta (convenzione pluriennale con validità per i prossimi 3 o 5 anni) tra le due Regioni e con l’ospedale pediatrico “Bambino Gesù”. All’incontro tra Crocetta e Rizzo era presente anche l’on. Beppe Picciolo.

Verso il Polo dello Stretto. «C’era il rischio di chiusura del Centro di Taormina e questo ormai lo sappiamo tutti – ha spiegato Crocetta – ma noi per evitare una volta per tutte ogni rischio stiamo lavorando ad un accordo con la Regione Calabria per mettere insieme le due Regioni e portare avanti in maniera stabile la struttura presente a Taormina». La Cardiochirurgia pediatrica di Taormina dovrebbe così ulteriormente elevarsi al ruolo di vero e proprio polo d’eccellenza per l’intera area dello Stretto. «Ci sono tutte le intenzioni di risolvere la questione – continua Crocetta -. La vicenda la sta seguendo il direttore dell’Asp Messina, il dott. Gaetano Sirna. Stiamo lavorando e questa cosa vogliamo farla al più presto. Il Polo dello Stretto si farà sicuramente». Il presidente della Regione, accogliendo un invito rivoltogli dalla portavoce dei genitori, Caterina Rizzo, ha, infine, aggiunto: «Verrò a Taormina a visitare il Ccpm».

Il patto con la Calabria. «Il Bambino Gesù – ha detto l’on. Picciolo – è stato disponibile a mantenere in Italia soltanto la sede di Taormina e il direttore Sirna e l’assessore Baldo Gucciardi stanno lavorando per definire l’intesa con i vertici della Sanità della Regione Calabria e con la dott.ssa Mariella Enoc, presidente del Bambino Gesù. Noi daremo visite gratuite e medicazioni in Calabria e la Sicilia ci sarà la Cardiochirurgia e qui pertanto in cambio, ci sarà poi una enorme mobilità attiva».

© Riproduzione Riservata

Commenti