Palazzo Duchi di Santo Stefano
Taormina. Palazzo Duchi di Santo Stefano

La centrale di coordinamento delle Forze dell’Ordine nel periodo del G7 a Taormina sarà dislocata a Palazzo dei Duchi di Santo Stefano. La decisione presa dall’organizzazione del summit internazionale, dopo attente valutazioni, è scaturita anche a seguito dei perduranti problemi del Palazzo dei Congressi, che inizialmente veniva ritenuta la prima scelta per l’individuazione di una postazione strategica interforze sul territorio e che in questa ottica era stato a più riprese visitato anche dalle delegazioni. Alla fine la scelta è ricaduta sul palazzo storico che è sede della “Fondazione Mazzullo”, sito per altro in un posizione ritenuta altrettanto favorevole, in pieno centro storico lungo il Corso Umberto ed anche a poca distanza da quelli che saranno i luoghi dove si svolgeranno le principali fasi del G7 in agenda il 26 e 27 maggio a Taormina.

Prevale il piano B. Il Palazzo dei Congressi “paga” lo scotto delle solite difficoltà all’agibilità e l’odierna assenza delle necessarie certificazioni di idoneità funzionale, come nel caso dell’antincendio il cui ultimo atto esistente risale al 2013. La prospettiva che si delinea all’orizzonte per la struttura di piazza Vittorio Emanuele è quella di una concessione in deroga provvisoria per i giorni del G7. E allora è stata scelta, per forza di cose, la soluzione di riserva: i sopralluoghi hanno dato via libera al Palazzo dei Duchi di Santo Stefano, che sarà il cuore pulsante del coordinamento di Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Esercito italiano, Aeronautica e di tutti i vari Corpi dello Stato che saranno impegnati in prima linea nella complessa e delicata predisposizione delle attività volte a garantire la sicurezza e l’ordine pubblica a Taormina durante il G7. Ovviamente adesso in previsione di questa destinazione provvisoria di Palazzo Duchi per il G7 verranno effettuati alcuni interventi di adeguamento funzionale del complesso storico per le attività da svolgere in quei giorni e verrà realizzato, in particolare, un impianto Wi-Fi.

© Riproduzione Riservata

Commenti