Taormina. Spettacolare esercitazione dei Vigili del Fuoco in funivia
Taormina. Spettacolare esercitazione dei Vigili del Fuoco in funivia

Sono 50 i Vigili del Fuoco arrivati dai Comandi di Catania, Messina, Palermo, Agrigento, Trapani e Siracusa entrati in azione in questi giorni, dal 1 marzo scorso (sino ad oggi), alla funivia di Taormina per importanti aggiornamenti professionali su tecniche da applicare in casi di emergenza. I VdF hanno effettuato un’esercitazione Saf (del Nucleo Speleo Alpino Fluviale), che potrebbe essere utile anche in vista del G7 in agenda a Taormina il 26 e 27 maggio. Presso la struttura su fune che collega Taormina centro e la zona mare, i pompieri si sono cimentati in simulazioni per apprendere metodiche di pronto intervento a salvaguardia della pubblica incolumità ed è stato simulato un guasto all’impianto che connette il salotto della città con il versante litoraneo. Dopo che i tecnici della funivia hanno bloccato i motori, i Vigili del Fuoco hanno raggiunto le quattro cabine passeggeri per entrambi i sensi di marcia, dai due piloni prossimi ai vani adibiti al trasporto delle persone. A quel punto, utilizzando tecniche speleo-alpinistiche, il personale dei Vigili del Fuoco ha aperto le porte delle cabine mettendo al sicuro i passeggeri. Il tutto è stato effettuato nella massima sicurezza per i VdF.

Migliorare la sicurezza in caso di emergenze. «Si tratta di unità in grado di operare in luoghi impervi con tecniche particolari – spiega Giovanni Fricano, direttore regionale dei Vigili del fuoco della Sicilia -. Sulla funivia i vigili del fuoco hanno simulato un caso di emergenza. Un guasto che ha reso necessario l’intervento del personale del Saf nelle cabine per mettere in sicurezza i passeggeri. Sono esercitazioni che facciamo periodicamente prima dell’entrata in funzione delle funivie. Si provano manovre complesse per le quali gli impianti devono essere fermi». L’obiettivo è quello di non farsi trovare impreparati in caso di emergenza.

© Riproduzione Riservata

Commenti