Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm
Agostino Pappalardo, comandante Polizia Municipale e Commissario liquidatore Asm

Il Comandante della Polizia municipale di Taormina, Agostino Pappalardo, conferma ufficialmente il suo trasferimento in vista al Comune di Reggio Calabria ma non sarebbe ancora da escludere un colpo di scena: la permanenza in extremis nella località siciliana. Le indiscrezioni che portano Pappalardo sulla via reggina sono state confermate in Consiglio comunale dal diretto interessato ed il dirigente della Pm di Taormina, nonché attuale commissario liquidatore di Asm, ha accettato il nuovo incarico. Le procedure per il passaggio del Comandante Pappalardo alle dipendenze del Comando Vigili urbani di Reggio sono già in corso, e adesso manca soltanto il via libera del sindaco Eligio Giardina. E qui il finale della storia è ancora da scrivere.

Nulla osta ancora incerto. Il nulla osta di Giardina potrebbe arrivare in tempi brevi ma, stando ad alcune voci di palazzo di queste ore, non sarebbe però nemmeno da escludere che il primo cittadino possa decidere di dire “no”, preferendo cioè che Pappalardo rimanga in forza al Comune di Taormina. Il ruolo di Pappalardo viene, infatti, ritenuto al momento strategico soprattutto all’Azienda Servizi Municipalizzati, dove da ottobre del 2014 il Comandante della Pm ricopre il ruolo di commissario liquidatore. In questo biennio i conti sono tornati col segno “più” e si è registrato di recente un attivo di cassa di circa Un milione di euro, ma l’aspetto che più di altri potrebbe spingere Giardina a voler optare per la permanenza di Pappalardo a Taormina è anche il probabile rischio di “turbolenze” politiche di fine legislatura ipotizzabili se dovesse rimanere vacante la poltrona al vertice di Asm.

Il problema Asm. In sostanza, Giardini non è convinto che lasciar andare Pappalardo possa rivelarsi una mossa giusta in questa fase. L’addio di Pappalardo alla Città di Taormina e soprattutto ad Asm aprirebbe subito le porte al “toto-nomina” tra i gruppi politici in uno scenario che sin qui ha, invece, fatto registrare una fase di “quiete” durante la gestione Pappalardo nella municipalizzata di contrada Lumbi. La decisione definitiva verrà presa nei prossimi giorni. In caso di placet del sindaco al trasferimento, invece, Pappalardo dovrebbe trasferirsi a quel punto a Reggio Calabria dopo il G7 in programma il 26 e 27 maggio.

La conferma in Consiglio. «Sono stato interpellato dall’Amministrazione comunale di Reggio Calabria – ha dichiarato il Comandante Pappalardo -, per assumere l’incarico ai sensi dell’art. 145 del Testo Unico degli Enti Locali, legge 267 del 2000, per assegnazione temporanea presso quell’ente locale a svolgere il ruolo di Comandante della Polizia municipale di quella città. Ho dato la mia disponibilità ed il Comune di Reggio Calabria ha avviato le procedure interpellando la Prefettura di Reggio Calabria, che a sua volta ha interpellato la Prefettura di Messina. Conseguentemente mi risulta che l’Amministrazione comunale di Reggio Calabria abbia richiesto il prescritto nulla osta al sindaco del Comune di Taormina. Sono in attesa di notizie a riguardo. Se ci saranno ulteriori sviluppi sarà mio dovere informare l’Amministrazione del Comune di Taormina».

© Riproduzione Riservata

Commenti