Taormina, via Teatro Greco
Taormina, via Teatro Greco

Incontro a Palazzo dei Giurati ieri mattina tra il sindaco Eligio Giardina e i proprietari di 8 chioschi che esercitano attività commerciali lungo la centralissima Via Teatro Greco. In previsione del G7 e dei relativi lavori che interesseranno l’arteria che conduce al Teatro, i chioschi dovranno infatti essere tolti dalla sede stradale e le famiglie ora temono che lo spostamento possa essere il preludio ad una successiva decisione di stop definitivo alla presenze di quelle attività in via Teatro Greco.

Le date dei lavori in Via Teatro Greco. «Sino a questo momento – spiega Giovanni D’Altoè, uno dei proprietari di chioschi in Via Teatro Greco – lo spostamento è soltanto verbale, non è stata ancora emessa la relativa ordinanza di spostamento, che dovrebbe scattare dal momento in cui inizieranno i lavori in Via Teatro Greco. Noi ci siamo recati in Comune per capire la situazione e ci auguriamo si possa trovare una soluzione per consentirci sia di non perdere la stagione turistica, sia di poter rimanere nella collocazione attuale, dove lavoriamo ormai da diversi anni». Inizialmente, per queste attività, che offrono al turista servizi di gelateria, prodotti ed oggetti tipici, si era ipotizzato uno spostamento a partire dal 10 marzo, ma stando alle notizie di queste ore i chioschi dovrebbero essere tolti a partire da aprile sino poi a tutto il mese di maggio. Il sindaco ha fatto sapere ai commercianti che cercherà di far limitare i disagi. Bisogna tenere conto del fatto che il G7 è previsto il 26 e 27 maggio e Taormina sarà zona rossa sino al 28 maggio con importanti misure di sicurezza e restrizioni previste per motivi di ordine pubblico.

Spostamento senza ritorno? «Ci è stato anche detto che la Soprintendenza vorrebbe un arredo urbano differente per la Via Teatro Greco – aggiunge D’Altoè – e noi siamo disponibili al dialogo anche per cercare di migliorare se possibile l’impatto visivo delle strutture, con qualche modifica ai chioschi per migliorare l’estetica. Ma ci auguriamo di rimanere in Via Teatro Greco. La situazione attuale è di incertezza e di apprensione». Il timore, come detto, è che lo spostamento delle prossime settimane possa portare al divieto di tornare in Via Teatro Greco ed ecco perché i proprietari degli 8 chioschi, e le relative famiglie, chiedono rassicurazioni.

© Riproduzione Riservata

Commenti