Il presidente di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo
Il presidente di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo

«Dopo le mie denunce scopriamo che a Catania nove dipendenti hanno favorito tre deputati e sono indagati dalla procura. E questa è soltanto la punta dell’iceberg. Dedico questa operazione a chi, come il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, mi ha denunciato per minaccia a corpo politico quando ho sollevato il tema dei deputati che non pagavano quanto dovuto a Riscossione Sicilia». Il presidente di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo si è espresso così dopo che la Procura di Catania ha concluso le indagini e contestato a nove dipendenti l’abuso d’ufficio in concorso e continuato e ipotizza un danno erariale di quasi di 390 mila euro. I deputati che avrebbero ricevuto agevolazioni nel pagare il dovuto a Riscossione sono Nello Musumeci, leader di Diventerà Bellissima e presidente della commissione regionale antimafia, il deputato di Ncd Nino D’Asero e il deputato del Partito democratico Raffaele Nicotra, appena entrato nei dem in quota renziana. I tre non sono indagati: «Dopo le polizze assicurative a propria insaputa adesso abbiamo le cartelle sistemate a loro insaputa».

Licenziamento dei dipendenti. «Avvierò le procedure di licenziamento per i dipendenti di Riscossione Sicilia accusati di avere favorito tre deputati dell’Ars – dice il presidente di Riscossione Sicilia Antonio Fiumefreddo – Prima c’erano le case acquistate all’insaputa, di recente le polizze intestate all’insaputa e ora abbiamo pure le tasse cancellate all’insaputa dei diretti interessati, che guarda caso sono dei parlamentari e non gente comune. Le indagini confermano altresì che non ci sono più zone franche per nessuno». Secondo l’accusa, Musumeci e D’Asero avrebbero ottenuto la chiusura di procedure esecutive di pignoramento presso terzi nonostante avessero ancora dei debiti con Riscossione. Nicotra invece sarebbe stato favorito con la cancellazione di un fermo amministrativo di un veicolo e con la chiusura di una procedura esecutiva di un pignoramento immobiliare pur avendo anche lui ancora dei debiti col fisco.

© Riproduzione Riservata

Commenti