Parcheggi
Parcheggi "dedicati" al G7, commercianti preoccupati

Il G7 si prepara a requisire i parcheggi comunali dal 2 maggio sino al 28 maggio, e a Taormina c’è già gran fermento tra i commercianti che temono e lamentano l’impossibilità di far arrivare in città anche i visitatori dei Comuni vicini. Gli operatori economici temono riflessi negativi per le attività economiche e a preannunciare la richiesta di chiarimenti sull’argomento è il consigliere di opposizione del gruppo “ProgettiAmo Taormina”, Nunzio Corvaia, ex assessore al Commercio e che per altro interviene in tema anche da esponente di categoria. «Apprendiamo con stupore e preoccupazione – afferma Corvaia – che i parcheggi verranno messi a disposizione del G7. Comprendiamo che in vista di questo appuntamento ci sono delle dinamiche particolari che andranno poste in essere anche sul piano logistico, e i commercianti sono disponibilissimi ad affrontare qualche disagio in vista di quei due giorni. Ma bloccare i parcheggi per un mese intero e renderne impossibile l’accesso ai non residenti è un’altra cosa e significa bloccare, a tutti gli effetti, l’economia della città ed in particolare del commercio».

Paralisi turistica. «Siamo certamente preoccupati – continua Corvaia – e chiederemo spiegazioni e delucidazioni, andrò dal sindaco a reclamare a chiarezza perché noi commercianti che abbiamo dei dipendenti da pagare e delle tassare da pagare non possiamo rimanere aperti per tre o quattro settimane senza che ci sia nessun turista o visitatore in paese. Già dovremo fare i conti con il problema dei croceristi e dei riflessi che ci saranno per il movimento dei bus turistici. Se poi mancheranno anche i visitatori della zona, allora non ci resterà altro da fare che chiudere».

Lo scenario che si delinea. I due principali posteggi verranno messi a disposizione, come detto, proprio del G7 a partire dal 2 maggio. Il Porta Catania verrà interamente reso disponibile alle Forze dell’Ordine e gli abbonati verranno spostati al Lumbi, mentre il Lumbi sarà, a quanto pare, a disposizione dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile. Una parte del Lumbi, se ci sarà spazio, potrebbe essere destinata anche a quei residenti che alla luce delle restrizioni alla sosta su strada (preventivabile per motivi di sicurezza) dovranno liberare le principali strade dalla presenza di auto in sosta. I veicoli, a quel punto, potrebbero così essere collocati nel parcheggio nord della Perla dello Ionio. Il Comandante Agostino Pappalardo, commissario liquidatore dell’azienda municipalizzata, ha effettuato in tal senso una ricognizione sullo stato dei parcheggi Lumbi e Porta Catania e in entrambi i posteggi verranno effettuate a breve alcune opere di maquillage per rendere maggiormente presentabile e funzionale l’immagine delle strutture in vista del G7, con la tinteggiatura in particolare di alcuni ambienti ed attività di ripulitura degli spazi. Intanto, sempre il Lumbi, dopo la chiusura invernale, in atto ormai dal 9 gennaio scorso, si avvia verso la riapertura e tornerà disponibile all’utenza e quindi al suo regolare funzionamento a partire dalle ore 7:00 di sabato 4 marzo.

© Riproduzione Riservata

Commenti