Aspettando che la burocrazia faccia il suo corso e che la Casa di Riposo “Carlo Zuccaro” venga affidata al nuovo ente gestore, gli anziani taorminesi intanto se ne vanno. Vorremmo riferirci ad un viaggio temporaneo, come quello a Furci, ma il viaggio di questi anziani purtroppo non avrà ritorno. Si è spenta nelle scorse ore una donna taorminese, che faceva parte di quegli 11 ospiti di “Casa Zuccaro” costretti nelle scorse settimane al trasferimento a Furci – non si sa bene ancora per quanto tempo – per via della chiusura disposta dalla Regione. La signora Graziella Lo Re, stimata commerciante taorminese, conosciuta in paese e da sempre molto legata tra gli altri alla famiglia del compianto sindaco Aurelio Turiano, aveva 93 anni. Il 26 gennaio scorso una toccante testimonianza della tristezza della signora Graziella era stata raccolta in un video amatoriale da Catena Giardina, una residente che si era recata in visita agli anziani ospiti della casa di cura, in quei momenti prossimi allo sgombero poi avvenuto con destinazione Furci, verso l’Oasi S. Antonio.

Prima della signora Graziella, già qualche altro anziano si è spento. Si dirà che forse si rischia di strumentalizzare questa triste vicenda e che si tratta pur sempre di anziani e la natura fa il suo inesorabile corso, a prescindere da altre dinamiche esterne. Ma una cosa è certa: chi può dire che il trauma di un trasferimento improvviso non abbia accorciato la vita, di un mese, una settimana o anche di un solo giorno a questi vecchietti, sensibili e fragili, costretti all’improvviso, con la tristezza nel cuore, a lasciare la propria città.

E allora una riflessione è d’obbligo. Basterebbe poco per far vivere bene e in serenità questi anziani, che in fondo non chiedono altro che un po’ di affetto e di attenzione. C’è da da augurarsi che gli anziani ancora adesso ricoverati a Furci possano presto tornare a casa e che vicende come la recente chiusura di “Casa Zuccaro” non si ripetano più. Ci sarebbe tanto altro da dire e da scrivere ma forse in un caso come questo, le immagini si commentano da sole. Bastano e avanzano per far capire alla politica taorminese che così non va.

© Riproduzione Riservata

Commenti