Mazzarò
Mazzarò, lavori Enel ed Enel Gas

Si scrive Mazzarò, si legge Burundi. Il riferimento non è alla bellezza indubbia e preziosa della frazione litoranea di Taormina ma si potrebbe, provocatoriamente e impietosamente sintetizzare così il senso a dir poco antiestetico di alcuni lavori effettuati di recente da Enel ed Enel Gas in prossimità della Via Nazionale. «Da circa un mese e mezzo – scrive al nostro giornale il prof. Giuseppe Vitale, residente a Mazzarò – hanno scavato in zona e ancora adesso non hanno ripristinato lo stato originario dei luoghi. Lungo la scalinata e alla fine della stessa, si trovano abitazioni, alberghi e appartamenti destinati ai turisti, che al momento sono rimasti sconvolti dall’incuria dell’immagine che si presenta al momento davanti ai loro occhi. C’è da chiedersi come si possano fare dei lavori in questo modo e per quale motivo non sia stata sistemata la scalinata anziché lasciare tutto in quel modo».

© Riproduzione Riservata

Commenti