Il Meetup Taormina a Cinque Stelle, interviene in merito alle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal sindaco Eligio Giardina sul caso acqua. «I risultati delle analisi effettuate nei giorni scorsi dai responsabili del servizio acquedotto, a cura di Asm – aveva detto Giardina – hanno assicurato che tutti i punti acqua sono indenni da qualsiasi forma di contaminazione batterica. Possiamo davvero dire che l’emergenza verificatasi per almeno cinque anni è ormai alle spalle». Inoltre, i Cinque Stelle approfondiscono la vicenda in riferimento al fatto che la svolta è arrivata dopo il preannuncio dei controlli in zona, per accertare se a Trappitello potessero esserci della situazioni di irregolarità. I pozzi, in sostanza, dapprima si inquinavano ad ogni pioggia e adesso, improvvisamente, non hanno più accusato alcun tipo di problema.

Il rebus dei controlli. «Ci stupisce – scrive il responsabile per le Comunicazioni del Meetup, Rosario Puglia – come questa Amministrazione si sia defilata dal fare i controlli che si era impegnata ad eseguire, nell’incontro dello scorso aprile 2016 con la Portavoce del M5S presso l’Ars Valentina Zafarana e con i rappresentanti del Genio Civile di Messina. Rimaniamo basiti nel leggere che soltanto manifestando l’intenzione di controlli sul territorio, il problema dell’inquinamento delle acque sia sparito improvvisamente. Le tante battaglia che questo Meetup insieme al “Comidi”, ha condotto per poter arrivare ad effettuare sia i controlli strutturali dei 2 pozzi di captazione delle acque che ispezioni nei terreni circostanti, non ci soddisfa affatto che un problema, per noi non è affatto concluso, venga liquidato con tanta semplicità. Chiudere gli occhi e non andare a ricercare le cause dell’inquinamento fa di questa Amministrazione Comunale un brutto esempio per i cittadini». «Cinque anni di disagi nessun colpevole, questo – conclude Puglia – è il “delitto perfetto”, per Trappitello ed i suoi residenti. Taormina ringrazia il proprio sindaco e tutti i Consiglieri Comunali che sono rimasti in silenzio per tutto questo tempo».

© Riproduzione Riservata

Commenti