Taormina, il sito in contrada Bongiovanni in cui sarà realizzata l'elipista definitiva
Taormina, il sito in contrada Bongiovanni in cui sarà realizzata l'elipista definitiva

Il 3° reparto dell’Aeronautica Militare ha informato nelle scorse ore l’Ufficio del Commissario straordinario per il G7 di aver provveduto alla redazione del progetto per le opere dell’elipista ed ha evidenziato che la soluzione progettuale individuata per il sito in zona piscina che prevede la realizzazione di una pavimentazione in calcestruzzo «risulta economicamente molto più vantaggiosa rispetto alla soluzione progettuale con sovrastruttura rimovibile in grelle di alluminio adottata per Piano Porto». Si va verso l’avvio dei lavori sia per l’elipista provvisoria di contrada Piano Porto sia su quella prevista come permanente in contrada Bongiovanni.

I numeri e le incombenze. La spesa quantificata dal Governo per le due struttura è di 1 milione 800 mila euro. Circa 200 mila euro dovrebbero servire, al contempo, per le opere finalizzate a proteggere la piscina comunale dai pericoli che potrebbero scaturire dal passaggio in zona degli elicotteri. In particolare si effettueranno dei lavori di sistemazione e consolidamento delle vetrate e verrà interessato da interventi anche e soprattutto il tetto dell’impianto natatorio. Ad ogni modo, non si placa il malcontento sull’eliporto previsto proprio in contrada Bongiovanni, dove albergatori e residenti sono sul “piede di guerra” ed auspicano che non si determini una struttura definitiva ma, al massimo, provvisoria per non arrecare inquinamento acustico e disagi in zona.

© Riproduzione Riservata

Commenti