La sfilata dei carri allegorici del Carnvale di Acireale
La sfilata dei carri allegorici del Carnvale di Acireale

Tradizione, divertimento e destagionalizzazione di un turismo che si muove al ritmo delle atmosfere carnascialesche. Per Acireale il Carnevale è sinonimo di allegria, buonumore, folla festante, ma anche di economia e sviluppo, grazie a un marchio che ogni anno richiama migliaia di turisti. E così è stato sabato e domenica, in occasione dell’apertura ufficiale del programma 2017 de “il più bel Carnevale di Sicilia” che racchiude eventi, mostre, parate e il tanto atteso concorso che vede protagonisti i maestri della cartapesta. Oltre 35mila persone hanno salutato i carri e le maschere accompagnandoli lungo il tradizionale percorso del centro storico. Una grande festa che proseguirà giovedì 23, seguendo un dinamico programma di appuntamenti che culminerà nel giorno del martedì grasso, il 28 febbraio, con la premiazione del vincitore del concorso dei carri.

Da Acireale a Taormina. Inserita nel programma delle manifestazioni per il “Carnevale di Acireale 2017” anche la mostra dei carri in miniatura allestita a Palazzo Corvaja fino a martedì 28 febbraio. L’allegra esposizione promossa dall’Assessorato regionale al Turismo con il Servizio Turistico Regionale di Taormina, diretto da Daniela Lo Cascio, e quello di Acireale rappresenta il punto di partenza per un “gemellaggio” che nel prossimo futuro potrebbe far sfilare i carri di Acireale a Taormina. «Le nostre eccellenze adesso si uniscono – dichiara il sindaco di Taormina Eligio Giardina – per potenziare l’offerta e sono fermamente convinto che questa collaborazione possa determinare riflessi significativi per entrambi i territori».

Il più bel Carnevale di Sicilia. Un evento autentico, dove la fantasia, l’ironia, il gusto dello sberleffo, si uniscono all’impegno degli organizzatori e soprattutto alla maestria e all’esperienza dei carristi, «che hanno lavorato per otto mesi con grande passione: loro sono il cuore e l’anima della festa e dobbiamo sempre ringraziarli – sottolinea il sindaco di Acireale Roberto Barbagallo – il bilancio del primo weekend è contrassegnato da un’affluenza eccezionale, che è riscontro della elevata qualità raggiunta dalla manifestazione. Il Carnevale di Acireale è tra i più apprezzati al mondo proprio perché le meravigliose opere in cartapesta sfilano e si esibiscono nelle strade e nelle piazze del barocco, in mezzo alla gente, ma questo comporta un grande impegno da parte delle forze dell’ordine e dei volontari». Il trend di presenze è in forte aumento: «Domenica oltre 100 autobus provenienti da tutta la Sicilia e dalla Calabria hanno fatto tappa ad Acireale e i parcheggi hanno registrato il tutto esaurito già a partire dalle ore 14.00 – spiega il presidente della Fondazione Carnevale Acireale Antonio Belcuore – un dato confermato anche dalle strutture ricettive non solo del Comune che ospita la manifestazione, ma anche dei paesi limitrofi, con ricadute dirette su tutti i servizi turistici. Il nostro obiettivo è quello di valorizzare il territorio facendo leva su uno degli eventi siciliani di maggior successo, per attirare visitatori e generare economia sull’indotto. Stimiamo per questa edizione 2017 oltre 300mila presenze».

© Riproduzione Riservata

Commenti